La pista di Jerez, dove da questo fine settimana scatterà il campionato MotoGP 2020, ha ospitato ieri una giornata di test e Andrea Dovizioso ha affrontato un buon piano di lavoro su un circuito che storicamente non è favorevole alla rossa.

Il forlivese, che fisicamente si è ripreso al massimo dall’infortunio rimediato solo un paio di settimane fa alla clavicola sinistra, si è concentrato anche sulla nuova gomma posteriore che la Desmosedici fatica a digerire, per poterla sfruttare al massimo domenica in gara.

Quotes


Il “Dovi” ha chiuso la giornata in 15esima posizione, con il crono di 1’38.779 e ha raccontato: “Dopo i quattro mesi di stop, la giornata di test si è rivelata davvero fondamentale e sono molto contento di come è andata. Grazie al lavoro svolto a casa dopo l’intervento alla clavicola, sono riuscito ad arrivare qui nelle condizioni ideali per poter fare un buon test. Ho trovato una situazione particolare: le temperature sono alte, le gomme diverse rispetto a quelle dello scorso anno e noi siamo stati molto tempo senza andare in moto, ma grazie a questo test ora possiamo concentrarci sugli aspetti importanti per la gara senza perdere tempo”.

Petrucci: "I tempi non sono buoni, ma il passo non è male"