La prima giornata di prove libere a Jerez de la Frontera ha visto i piloti Aprilia con Aleix Espargarò e il sostituto di Andrea Iannone, ancora fermo per il caso doping, Bradley Smith non nelle posizioni alte della classifica ma con divari contenuti dagli altri piloti.

Espargarò è arrivato infatti sedicesimo nella classifica dei tempi combinati ma il suo distacco dal primo, Marc Marquez, è di 8 decimi, mentre Bradley Smith ha chiuso ad 1,3 secondi.

“Troppo tempo, non capiamo cosa c'è dietro”


A parlare della situazione in Aprilia, ai microfoni di Sky, è stato l'amministratore delegato Aprilia Corse Massimo Rivola che oltre a parlare delle prove libere si è soffermato sulla situazione Andrea Iannone che al momento appare molto incerta: "Quello che non va bene è la tempistica – ha detto –. Noi aspettiamo Iannone, ma il fatto che non ci siano delle date fisse per i prossimi step è molto strano. In altri casi di doping è successo tutto più in fretta, l’intervento della Wada sta rallentando la situazione, ma credo che ci sia un limite a tutto. È imbarazzante, noi come Aprilia ci siamo stufati di dover aspettare, faccio fatica a capire cosa c’è dietro".

“Andrea una vittima”


Rivola ha voluto fare un pò di chiarezza anche sulle voci che darebbero Cal Crutchlow che dal 2021 verrà sostituito in LCR Honda da Alex Marquez, al team di Noale: "Crutchlow si è offerto all’Aprilia? - ha proseguito - Fa piacere, ma Iannone si è dimostrato innocente e noi dobbiamo aspettarlo, vogliamo essere coerenti. Andrea è una vittima e lo siamo anche noi".

Studiando la nuova RS-GP 20


A parlare infine della prima giornata di prove libere è stato il pilota Aleix Espargarò: ”Non è stata una giornata semplice - ha spiegato lo spagnolo -. Ho avuto molto chattering questa mattina ed è la prima volta che mi succede con la RS-GP 2020. Abbiamo analizzato le cause e grazie ad una modifica sono riuscito a recuperare il feeling nelle FP2. Non ho utilizzato molte gomme nuove, quindi girando molto posso dire che il nostro passo non è affatto male. Domani mattina dovro' prendere qualche rischio nella prima sessione del mattino per agganciare la top-10, credo di poterci riuscire e spero di ritrovare le stesse sensazioni di oggi pomeriggio".

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP, Moto2 e Moto3