La prima gara sul tracciato di Jerez dell'anno non è stata la migliore per Marc Marquez. Scivolato dopo poco l'inizio della corsa ha cercato, come da sempre nel suo stile, di effettuare un recupero pazzesco. E c'era anche riuscito arrivando in terza posizione sotto a Maverick Vinales ma la troppa foga condita ad un bel po' di sfortuna gli ha fatto terminare la sua gara nella ghiaia.

L'incidente


Marquez ha toccato il cordolo con la sua RC213V ed è stato sbalzato in aria finendo a terra e rotolando per diversi metri. Ma la parte peggiore l'ha fatta proprio la sua Honda che gli è finita sul braccio con la ruota anteriore. Rialzatosi in piedi dopo l'incidente è stato soccorso dagli stewards ma già si vedeva che quanto successo fosse più grave del previsto. E' stato aiutato nel togliersi il guanto e messo sulla barella con tanto di collo immobilizzato.

Frattura totale dell'omero 


Dai primi accertamenti fatti al centro medico, ad essere interessato è l'omero dove ha riportato una brutta frattura. Si teme per un interessamento ai nervi, ma è da accertare. Probabile un trasferimento all'ospedale di Barcellona dove si potrebbe procedere per una operazione. Fortemente compromesso il prossimo GP di Jerez e si teme anche per i prossimi. La situazione al momento è in via di definizione per gli eventuali tempi di recupero del pilota Honda. In più Marc avrebbe preso anche una botta forte al collo, ma la situazione è ancora tutta in fase di accertamenti.

AGGIORNAMENTO (16:00): il dott. Mir ha confermato: "Necessario l'intervento all'omero". Marquez verrà portato a Barcellona e operato per "sistemare la frattura qualora non venissero riscontrati ulteriori danni al nervo vicino alla zona interessata dal trauma".

AGGIORNAMENTO (18.30):  Lo spagnolo ha riportato una frattura diafisaria trasversale. Il personale del centro medico del MotoGP ha escluso il trauma toracico o cranico ma, nonostante questo, Marc rimarrà sotto osservazione per le prossime 12 ore. Marquez verrà trasferito all’Ospedale Universitario Dexeus di Barcellona domani, lunedì 20 luglio, con l’obiettivo di essere operato martedì dal dottor Xavier Mir e dalla sua équipe medica. Non è ancora possibile stimare quanto tempo servirà al campione per recuperare dall’operazione.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP, Moto2 e Moto3