Nello schieramento di partenza del primo GP, a Jerez, oltre a mancare Alex Rins non c’era neanche Cal Crutchlow, che dopo una brutta caduta avvenuta nel warm up è stato dichiarato non idoneo a tornare alla guida della sua Honda e poi ha scoperto avere una frattura al polso sinistro.

Il pilota del team LCR ha raccontato: “Pare che con l’anteriore ho frenato sul cordolo e non sono riuscito a salvare la caduta. Sono rotolato nella ghiaia più volte colpendo la testa. Ero un po’ frastornato dopo l’incidente e un po’ indolenzito. Dopo una valutazione al centro medico mi hanno mandato a fare una TAC alla testa e al collo ma era tutto a posto. Avevo solo qualche livido sul viso, tuttavia, il dottor Angel Charter ha ritenuto che avessi bisogno di otto ore di riposo e penso che sia stata la decisione giusta”.

MotoGP, GP Jerez: le FOTO

Il polso


Successivamente però l’inglese ha sentito dolore al polso sinistro: “Così sono tornato in ospedale, questa volta per una radiografia allo scafoide che sembra essersi rotto. Il dottor Mir mi opererà al polso martedì, a Barcellona e poi tornerò a Jerez sperando di poter tornare in azione”.

Dovizioso: "Vedere Marquez così veloce è stato disarmante"