Venerdì di prove libere dopo soli cinque giorni dall'ultima gara e i piloti della classe regina ci sono. In pista questa mattina alle ore 10:00 ancora sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera, hanno provato i loro prototipi per metterli a punto in vista dell'appuntamento di domenica.

Questa mattina il più veloce in pista è stato Maverick Vinales (1:37.063)con un ultimo giro lanciato proprio mentre stava sventolando la bandiera a scacchi. Dopo la brutta gara di domenica torna al top anche Valentino Rossi, secondo con +0,142 di gap.

Prima mattinata di prove


E' stata una bella mattinata di sole ed asfalto abbastanza fresco a Jerez che ha permesso ai piloti di girare bene, soprattutto in ottica gara visto che le moto hanno già un buon set up di base dovuto al weekend passato sullo stesso circuito.

Nei minuti finali a disposizione c'è stato il time attack da parte di Maverick Vinales che lo ha fatto balzare al comando della classifica delle Fp1 seguito da un Valentino Rossi in grande spolvero e che sembra aver ritrovato il sorriso sulla sua M1.

Ma la bella sorpresa è data anche dalle KTM che hanno piazzato tre piloti in top ten: in terza posizione è arrivato il rookie Moto2 Brad Binder (+0,307 da Vinales), mentre Pol Espargarò è arrivato quinto (+0,379) seguito da Miguel Oliveira su Ktm del team Tech 3 a + 4 decimi dalla vetta.

Anche Franco Morbidelli (team Yamaha Petronas) non ha badato a risparmiarsi portandosi in quarta posizione, mentre il collega Fabio Quartararo, vincitore della prima gara MotoGP, ha chiuso soltanto tredicesimo, molto probabilmente concentrato più sul passo gara che sul giro secco.

A rientrare nella top ten anche Jack Miller, come primo pilota Ducati, Takaaki Nakagami, Aleix Espargarò e Andrea Dovizioso.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

Il rientro di Crutchlow e Rins, Marquez aspetta


A Jerez, in questo venerdì di prove libere, hanno girato anche i due infortunati Cal Crutchlow (LCR Honda) e Alex Rins (Suzuki): il britannico, che è sceso in pista dopo l'operazione di martedì per la frattura dello scafoide, ha ottenuto un ventesimo piazzamento, mentre lo spagnolo della Suzuki che invece non è stato operato nonostante l'infortunio alla testa dell'omero, è arrivato ventunesimo.

Per quanto riguarda Marc Marquez, invece, il suo rientro dopo la frattura in tre punti all'omero e la conseguente operazione di martedì, non era previsto per oggi in quanto il pilota Honda ha deciso di stare a riposo un giorno in più continuando con la riabilitazione per poi provare a scendere in pista nella giornata di domani.

A parlare delle condizioni di salute di Rins, ai microfoni di Sky, è stato il team manager Davide Brivio: “Rins riesce a guidare ma ha dolore, - ha detto - il programma di stamani era quello di fare pochi giri e capire come poter adattarsi a questa situazione”.

Stessa cosa sul versante Cal Crutchlow: ”Ha dolore – ha spiegato il team manager Cecchinello a Sky - però tutto sommato non è un disastro. Ha preso solo un antinfiammatorio e non ha fatto terapia, quindi c'è ancora margine per contenere il dolore”.

GP Andalusia, FP1 Moto3: Fernandez in vetta