Un quarto posto in qualifica è un buonissimo risultato per Valentino Rossi dopo la gara di domenica scorsa nella quale era incappato in diversi problemi legati all'M1.

Il risultato di oggi fa ben sperare per domani, quando Valentino scatterà dalla seconda fila della griglia dietro a Fabio Quartararo, Maverick Vinales e Francesco Bagnaia.

“Devo migliorare in alcuni punti”


Valentino, in conferenza stampa, ha parlato del lavoro svolto sull'M1 e di come si sente in ottica gara: “Stiamo continuando a lavorare sulla moto, - ha detto - abbiamo un buon setting e io mi sento meglio. Stamani nelle FP3 non è andata male e il pomeriggio è stato più difficile per tutti. Domani penso che sarà la gara più calda in MotoGP alla quale abbia mai partecipato. Per tutti la situazione è davvero al limite, quindi penso che sarà una grande sfida per tutti affrontare la gara. Partirò da una buona posizione, il mio passo nel pomeriggio non è stato così male ma dobbiamo cercare di migliorare qualcosa quindi c'è ancora da lavorare”.

Il podio sarà quindi alla portata? “Sarò in una buona posizione per lottare per il podio - ha aggiunto - visto che parto quarto, al momento guardando i passi però non sono da podio mi manca ancora un po'. Ma stiamo lavorando, domani proveremo altre cose se riesco a migliorare in due o tre punti non saremo tanto lontani.

GP Andalusia, Qualifiche MotoGP: Quartararo in pole, Marquez si arrende

“Abbiamo bisogno di altro tempo”


Vale, uscendo di scena domenica scorsa per un problema alla sua M1, si trova adesso a zero punti nel Mondiale, ma quello che lo preoccupa di più sono le varie problematiche da risolvere sulla Yamaha: “Prima di tutto sono a zero punti - ha proseguito - ed è un peccato perchè quando sei a zero è molto difficile recuperare, ma a parte i problemi tecnici nella prima gara, il problema è stato che ho sofferto troppo e si è visto. Adesso abbiamo migliorato e domani sarà difficile per me come per gli altri. Abbiamo bisogno di un po' più di tempo per lavorare sulla moto, per migliorare il setting. Il nostro obiettivo è riuscire ad essere forti e competitivi”.

Nuovo stile di guida da parte dei “giovani”


Rossi ha quindi aggiunto che lo stile di guida dei piloti di “oggi” è molto cambiato e anche lui dovrà adattarsi: “Negli ultimi tempi lo stile di guida dei piloti è cambiato molto e nonostante abbia tanta esperienza certe volte anche per me è un problema. C'è bisogno di aprire la mente e di provare più cose. Sto cercando di adattarmi al nuovo stile di guida della MotoGP, ma c'è anche bisogno di adattare la moto a me”.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

Su Marc Marquez


Infine, uno sguardo su Marc Marquez e sul fatto che con due gare con zero punti racimolati, la lotta al titolo si fa davvero difficile: “Prima di tutto dipende da quanti punti faranno domani in gara Quartararo e Vinales. - ha concluso - Il campionato è corto, ma nella prima gara ha dimostrato di aver un gran passo e può vincere. Nella prima gara è stato il più veloce quindi penso che nonostante le due gare con zero punti, per lui non sia finita qui.”

MotoGP, GP Andalusia: gli orari TV di Sky, TV8 e DAZN