Ricarica la pagina, per aggiornare la diretta

Bandiera a scacchi: Quartararo vince davanti a Vinales e Rossi, che ritrova finalmente il podio! Quarto posto per Nakagami, che precede Mir, Dovizioso e Pol Espargaro


Ultimo giro: Nakagami si fa minaccioso dietro a Rossi...


Rossi non ha più gomma: ne approfitta Vinales, che lo passa a due giri dalla fine


Vinales è francobollato a Rossi, ma il Dottore resiste. Riuscirà a tenersi la seconda posizione?


A quattro giri dalla fine, Quartararo inizia a tirare il fiato e amministrare il vantaggio di 7"9 sulla coppia Rossi/Vinales, che si gioca i restanti due gradini del podio. Segue a 1"4 Nakagami, che precede Mir e Dovizioso


Giro 18: colpo di scena, fumo bianco dal motore di Bagnaia! Si dispera Pecco, costretto a parcheggiare la sua Ducati, mentre si trovava in seconda posizione. Un vero peccato per l'italiano, autore di un grandissimo weekend


Giro 17: 2"5 tra Bagnaia e Rossi, che perde 1" e riporta Vinales nella lotta per la terza posizione


Giro 16: si ferma Morbidelli, tradito dal motore della sua Yamaha. L'affidabilità si conferma il tallone d'achille della Casa di Iwata, in questa partenza di stagione


Giro 14: out Binder, sbalzato dalla sua KTM mentre cercava di rimontare dopo l'incidente che ha messo fuori gioco Oliveira.

Intanto, al vertice della corsa, Quartararo continua a dettare il passo, seguito da Bagnaia, Rossi, Morbidelli e Vinales. Sesto Nakagami, che precede Mir, Dovizioso e Pol Espargaro. Chiude la Top 10 Alex Marquez


Giro 12: Bagnaia passa Rossi e si prende la seconda posizione, a 4"5 da Quartararo. Finisce a terra anche Petrucci, che viaggiava in nona posizione


Giro 11: caduta per Miller in Curva 9. Un peccato per l'australiano, che ambiva a un posto sul podio


Giro 10: Crollo di Vinales! Largo alla Pedrosa, viene infilato da Bagnaia, per poi essere passato anche da Miller e Morbidelli!


Giro 8: respira Rossi, che mette mezzo secondo tra sé e Vinales. mentre alle spalle dello spagnolo è bagarre tra le Pramac di Miller e Bagnaia, con il piemontese che ha la meglio sul suo compagno di team. Si dispera Aleix Espargaro, che termina qui la sua gara


Giro 7: Morbidelli passa Nakagami e si butta all'inseguimento delle Pramac, mentre Quiartararo porta a 3"04 il suo vantaggio. Da segnalare la caduta di Lecuona in Curva 13, che ha messo fuori gioco anche l'ultima Tech3


A 20 giri dalla fine, Quartararo, detta il passo davanti a Rossi, Vinales, Miller e Bagnaia. A quattro decimi dal piemontese, seguono Nakagami, Morbidelli, Mir, Dovizioso e Petrucci


Giro 5: Dovizioso passa Petrucci e sale nono. Vinales sembra averne nettamente più di Rossi, ma non riesce a passare il pesarese, che riesce a sfruttare un'ottima staccata


Giro 4: 1'38"119 per Quartararo, che mette 1"7 tra sé e Rossi


Giro 3: Vinales si porta a ridosso di Rossi, mentre Dovizioso, decimo, mette nel mirino la nona posizione occupata dal compagno di squadra, Danilo Petrucci


Giro 1: Vinales forza l'attacco su Quartararo, ma il francese resiste in vetta. Mentre Rossi sale secondo


Partiti! Quartararo tiene la vetta. Ottimo spunto di Rossi, che insidia Vinales, ma non riesce a strappargli la seconda posizione. Quarto Miller,m seguitro da Bagnaia e Nakagami. Subito a terra Oliveira, toccato da Binder


Via al giro di riscaldamento: manca pochissimo alla partenza della gara


A Jerez è tutto pronto per il GP d'Andalusia, seconda sfida della Classe Regina sulla pista spagnola, che la scorsa settimana è stata teatro del primo successo in MotoGP di Fabio Quartararo, capace di approfittare dell'errata scelta di gomme del compagno di marca Maverick Vinales, e, soprattutto, dello "zero" rimediato da Marc Marquez, al termine di una furiosa rimonta.

Proprio lo spagnolo della Honda, dopo aver tentato di rientrare in pista già in questo weekend, si è dovuto arrendere a un braccio non del tutto a posto dopo l'operazione all'omero, rinunciando a prendere parte sia alle Qualifiche che alla gara. A scattare dalla pole position, sarà dunque Quartararo, che è riuscito a conquistare la sua seconda partenza al palo consecutiva. Insieme al francese della Yamaha, scatteranno dalla prima fila, Maverick Vinales e Pecco Bagnaia, autore di una splendida qualifica con la sua Ducati Pramac.

Dopo la sofferenza dello scorso weekend può sorridere Valentino Rossi, che prenderà il via dalla quarta piazza, accanto al sorprendente Miguel Oliveira e a Franco Morbidelli, classificatesi rispettivamente in quinta e sesta posizione. In settima piazza troviamo invece Jack Miller, che divide la terza fila con Takaaki Nakagami e Brad Binder.

Chiude la Top 10 la Suzuki di Joan Mir, che partirà dalla quarta fila insieme a Danilo Petrucci e Pol Espargaro. Soltanto 14esimo Andrea Dovizioso, che dalle ore 14 si troverà ad affrontare una gara tutta in salita.