Che gara quella di Valentino Rossi nel GP di Andalusia! Il Dottore è arrivato terzo regalando al team Yamaha una doppietta ufficiale, grazie al secondo piazzamento di Maverick Vinales e se vogliamo anche una tripletta grazie alla vittoria dell'alfiere Petronas.

Rossi è apparso al parco chiuso molto stanco per il grande caldo di Jerez, ma anche felicissimo per il suo risultato: “Non me l'aspettavo” - ha detto.

Un feeling ritrovato


E' un podio importantissimo per me - ha detto ai microfoni di Sky - è quasi come una vittoria, perchè dopo il weekend della settimana scorsa che è stato veramente frustrante, ma anche gran parte della stagione 2019 nella quale ho sofferto sempre degli stessi problemi, è un gran risultato. E' stata dura, abbiamo dovuto lottare per cambiare e spingere molto con la Yamaha assieme al mio team per cambiare il setting".

"Fino a domenica scorsa ho guidato una moto che non era mia, aveva una posizione in curva che a me non piaceva. Da venerdì invece ho ritrovato il feeling, mi sono divertito e sono arrivato oggi sapendo di poter fare una bella gara. Qui a Jerez negli ultimi anni ho sofferto tanto quindi sono ottimista per le prossime gare”.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

Sulla bagarre con Vinales


Valentino ha anche parlato di quanto accaduto in gara con il compagno di squadra Maverick Vinales: “Ancora dobbiamo lavorare su questa moto e su questo setting - ha concluso Rossi -. Durante il weekend siamo riusciti a fare due o tre cose, ma ancora non sono al massimo e alla fine ero in difficoltà rispetto a Maverick Vinales. Ho anche sbagliato per chiudergli la traiettoria e praticamente l'ho fatto passare. Poi lui era più veloce, magari se non sbagliavo sarei riuscito a tenerlo dietro. Comunque va bene lo stesso”.

MotoGP, Mondiale Piloti: Quartararo allunga su Vinales