Le temperature torride a Jerez - che hanno visto livelli elevati di oltre 60 gradi - potrebbero aver accentuato il problema del motore Yamaha, ma Lin Jarvis è preoccupato.

L’amministratore delegato di Yamaha Racing lo ha confermato ai microfoni ufficiali di MotoGP.com, riferendosi all’uscita di scena di Franco Morbidelli, mentre nel weekend precedente erano stati i motori di Valentino Rossi e di Maverick Viñales ad avere problemi, sancendo il ritiro del pesarese e l’utilizzo di ben tre dei cinque motori a disposizione per Viñales.

Jarvis: "Sono preoccupato"


Dopo lo scorso Gran Premio abbiamo mandato in Giappone le moto di Valentino e di Maverick per capire il problema. Faremo lo stesso con la moto di Frankie. Tre motori in due Gran Premi è troppo”, dice Lin Jarvis.

Dobbiamo capire di cosa si tratta. Fortunatamente questa volta non è successo a Fabio, o a Maverick o a Vale, ma dobbiamo risolvere il problema”, aggiunge Lin Jarvis riferendosi al GP di Andalusia.

Se sono preoccupato? Sì”, ammette Lin Jarvis. “Stiamo investigando, ci siamo già fatti un’idea di cosa sia successo ai due motori dello scorso Gran Premio, del motore di Franco non sappiamo ancora niente”, aggiunge.

Questione di affidabilità


Yamaha ha aggiornato il suo motore per la stagione 2020, ma ora sembra avere problemi di affidabilità. Lin Jarvis confida di risolverli rapidamente e sarà davvero necessario farlo, considerando che Fabio Quartararo guida il mondiale dopo aver dominato i primi round a Jerez, seguito sempre da Maverick Viñales.

E sicuramente in questo momento sia 'Quarta' che Maverick - ma anche Valentino Rossi e Franco Morbidelli - staranno facendo tutti gli scongiuri possibili affinché i tecnici di Yamaha scoprano velocemente i guai del nuovo motore.

Jarvis sulle richieste di Rossi: “Se altri vanno forte la situazione si complica”