Domenica 16 e 23 agosto la MotoGP approderà in Austria, sul circuito del Red Bull Ring, dove disputerà il quarto e il quinto Gran Premio stagionale e questa è proprio la pista di “casa” per KTM che è intenzionata a stare con i migliori.

Test


Così non ha perso tempo e ha svolto due giorni di test privati con il collaudatore di lusso Dani Pedrosa, essendo una delle due case costruttrici (insieme ad Aprilia) a poter godere ancora di concessioni. Lo spagnolo ha girato sulla pista austriaca con la RC16 per raccogliere quanti più dati possibili, che potrebbero essere molto importanti per preparare al meglio i due appuntamenti.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Test done! @redbullring #motogp #test #video

Un post condiviso da Dani Pedrosa (@26_danipedrosa) in data:

Finora


Nei due primi GP stagionali proprio la KTM ha ben impressionato, soprattutto in prova. In grande mostra si è messo Brad Binder, il sudafricano debuttante, che ha dimostrato di essersi ben adeguato alla nuova classe; seppure lo scorso weekend, in Andalusia, sia stato autore di uno sfortunato contatto con Miguel Oliveira, che ha messo fine alla gara del suo compagno di marca.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Lap 1 couldn't have gone much worse for KTM! @migueloliveira44 and @bradbinder both hit trouble at Turn 1! #AndaluciaGP #MO88 #BB33 #MotoGP #Motorsport #Motorcycle #Racing

Un post condiviso da MotoGP (@motogp) in data:

A ottenere i migliori risultati è stato dunque il veterano Pol Epsargaro, al quarto anno con KTM, che ha chiuso in sesta e settima posizione, rispettivamente, le prime due gare della stagione. Mentre Binder, dopo il 13esimo posto conquistato nel GP di Spagna, ha concluso il GP d'Andalusia con un violento highside.

Nonostante tutto, una buona partenza per il team di Mattighofen, che punta a fare ancora meglio nei due GP di casa.

MotoGP: i Top & Flop del GP d'Andalusia - VIDEO