Con 50 punti di ritardo da Fabio Quartararo - accumulati in queste prime due gare di campionato - Marc Marquez deve già dire addio al titolo? Non per il sito ufficiale della MotoGP, che ha stilato una interessante analisi, basandosi su dati e risultati del 2019, concludendo che il Mondiale 2020 può ancora essere di Marc Marquez.

E’ dal 2013, anno del suo debutto in MotoGP, che Marquez non salta una gara ed il voler tornare a tutti i costi già nel GP di Andalusia, pur con tutte le difficoltà del caso, testimonia quanto il fenomeno di Cervera ci tenga particolarmente a non perdere punti preziosi in questo campionato.

Vero anche che questa è una stagione particolare: doppie gare e calendario serrato, che non lascia spazio ad infortuni ed errori. Proprio per questo ci viene in aiuto il sito ufficiale con la sua analisi, per capire come e quando Marquez potrà centrare il suo nono mondiale, nonostante l’infortunio della prima gara a Jerez e la conseguente operazione.

Bisogna però considerare anche un’altra cosa, ovvero l’anno in più di Quartararo in MotoGP. L’anno scorso è servito a Fabio per prendere coscenza dei propri mezzi e poter lottare con un fenomeno come Marquez (quasi) ad armi pari.

MotoGP, Marquez smentisce Puig: “Chi sarà campione se lo sarà meritato”

I numeri


I 50 punti di distacco da Fabio Quartararo sono una bella montagna da scalare. Ma la prossima gara è a Brno, nel weekend del 7-9 agosto, e Marc sarà sicuramente più riposato e meno dolorante, visti i 17 giorni passati dall’intervento al braccio. E se riuscisse ad avviare, in Repubblica Ceca, un ruolino di marcia come quello tenuto la scorsa stagione, lo spagnolo non dovrebbe avere grossi problemi a colmare il gap.

Brno: Marquez 1°, Quartararo 7°

Red Bull Ring: Marquez 2°, Quartararo 3°

Misano: Marquez 1°, Quartararo 2°

Barcellona: Marquez 1°, Quartararo 2°

Le Mans: Marquez 1°, Quartararo 8°

Valencia: Marquez 1°, Quartararo 2°

Come si può vedere dai dati, sulle piste che ospiteranno i prossimi appuntamenti, Marquez ha vinto sei gare (150) e incassato un secondo posto (20), accumulando un totale di 170 punti. Mentre Quartararo ha centrato tre secondi posti (60), un terzo (16), un quinto (11), un settimo (9) e un ottavo (8), per un totale di 104 punti.

Con questi risultati quindi la rimonta per Marquez è ampiamente fattibile, ma vanno tenuti in conto anche i doppi appuntamenti su piste come RedBull Ring, Misano, Aragon e Valencia, che possono rimescolare le carte in tavola.

Caso Marquez: è con troppa voglia di vincere che si perde un Mondiale?