Questa volta il francese Quartararo ha dovuto lasciare la pole al connazionale Zarco. Un po' di tensione e qualche imprecisione lo hanno portato a non essere il missile nero e verde di sempre.

Ma nonostante nell'ultimo giro lanciato sia incappato anche in una caduta, “El Diablo” è riuscito comunque ad ottenere la seconda posizione in griglia e domani scatterà per la gara davanti al compagno di squadra Franco Morbidelli.

Gomma soft un problema


“Dopo le Fp4 il passo era molto buono - ha detto l'alfiere Petronas ai microfoni di Sky - e abbiamo visto che potevamo lottare con gli altri. Stamani ho fatto un po' di fatica a fare il time attack con la gomma soft, non mi piace troppo su questo circuito ma con le gomme nuove è andata bene.”

MotoGP, Qualifiche Brno: Zarco porta in alto la Ducati, Dovi l'affonda

“Non posso tirare sempre io”


Quartararo ha commentato l'episodio che lo ha visto coinvolto con Aleix Espargarò con lo spagnolo che in due occasioni si è piazzato dietro al francese per seguirne la scia: “Alla fine quando tiri qualcuno - ha proseguito - devi fare una volta per uno, non è che posso stare sempre io davanti e lui dietro. In questa pista è molto difficile fare il tempo e il grip è molto poco, hai solo una chance con la gomma di fare il tempo. Durante la prima volta ero messo abbastanza bene ma Cal Crutchlow è caduto alla curva nove e con la bandiera gialla che sventolava sapevo di perdere il giro. Ho provato quindi una seconda volta e ho fatto un errore alla curva tredici cadendo. Sono comunque contento perchè l'obiettivo numero uno era fare la prima fila e ci siamo riusciti”.

“Morbidelli è forte”


Infine il francese ha parlato di quella che potrebbe essere la gara di domani: “Per me Franco Morbidelli è molto forte – ha concluso – ha dimostrato tutto il weekend di riuscire a stare davanti e non solo per un giro. Il passo che ha per la gara è molto forte, ma devo anche capire Johann Zarco che passo avrà”.

Morbidelli: “In gara spero di stare dietro ai due francesi, magari anche davanti”