Qualche giorno fa la Federazione Motociclistica Internazionale ha comunicato l’inserimento di un nuovo Gran Premio di MotoGP in Europa in calendario dal 20 al 22 novembre, annunciando che la location sarebbe stata definita entro oggi, 10 agosto. E puntualmente è arrivato il comunicato della FIM: sarà il circuito di Portimao ad ospitare il quindicesimo e ultimo Gran Premio della stagione.

Pista di riserva per la MotoGP  al 2017, il circuito farà dunque ora il suo debutto in calendario. E’ dal 2012 che la MotoGP non corre in Portogallo.  

Si lavora per avere il pubblico

Unico, con i suoi caratteristici cambi di elevazione e il layout ondulato che gli hanno fatto guadagnare la reputazione di “rollercoaster” il circuito di Portimao lascia presagire sfide da brivido. Per il pilota portoghese Miguel Oliveira, alfiere del Red Bull KTM Tech 3, sarà l’occasione di correre sulla pista di casa per la prima volta nella classe regina.
“È un grande risultato per il nostro team avere finalmente la MotoGP sulla nostra pista! La MotoGP è la massima espressione del motorsport a due ruote e siamo entusiasti di averlo”, ha detto il CEO dell'Autodromo Internacional do Algarve, Paulo Pinheiro.

Avevamo un accordo dal 2017 e finalmente tutto il duro lavoro è stato ripagato. Oltre a questo, avere Miguel Oliveira sulla griglia della MotoGP e poter lottare per il podio sarà un grande valore aggiunto di questo Gran Premio. E speriamo che il campionato verrà deciso qui”, ha aggiunto Pinheiro.

“Stiamo lavorando per avere i tifosi nella nostra gara, cominceremo con una capienza di 30.000 spettatori per il weekend di gara e poi decideremo con Dorna e le autorità sanitarie le fasi successive”.

Nuovo asfalto in pista

"È una grande notizia per noi, abbiamo firmato un accordo nel 2017 con Portimao affinché fosse il circuito di riserva in caso di qualsiasi cancellazione e siamo stati in contatto con loro per tutto questo tempo”, ha detto il CEO di Dorna Sports Carmelo Ezpeleta. “Siamo stati a Portimão con la Superbike e pensiamo sia una possibilità incredibile. La pista verrà riasfaltata dopo il round della Superbike. Quando lo abbiamo spiegato ai piloti sono stati entusiasti perché avevano visto la pista in TV, ma noi non ci siamo mai stati”, ha aggiunto Ezpeleta.

Il Portogallo ha una lunga storia nel nostro sport e ci sono state alcune battaglie storiche all’Estoril. È molto positivo per noi avere la possibilità di tornare in Portogallo, soprattutto con Miguel Oliveira che partecipa: è fantastico avere un pilota portoghese in grado di competere nel suo Paese. Siamo estremamente felici di correre a Portimão alla fine dell'anno", ha concluso il CEO di Dorna.

"Sono molto orgoglioso che la MotoGP tornerà nel mio Paese otto anni dopo l'ultimo Gran Premio, che si è svolto al Circuito do Estoril nel maggio 2012”, ha detto il presidente della FIM Jorge Viegas. “Voglio ringraziare Dorna, l'Autodromo Internacional do Algarve e la Federazione Motociclistica del Portogallo per essere riusciti a soddisfare le condizioni necessarie per l'organizzazione del Gran Premio conclusivo del mondiale di MotoGP che si svolgerà in Portogallo”.