Valentino Rossi è ottimista alla vigilia del Gran Premio d’Austria, anche se è consapevole che quest’anno il range di piloti in grado di puntare alle zone alte della classifica è veramente ampio. A dirlo è lo stesso pesarese, nel corso della conferenza stampa dei piloti, organizzata alla vigilia del Gran Premio d’Austria.  

Credo che il campionato sia molto aperto per tanti piloti. Non solo perché Dovi ha avuto difficoltà fin qui e per l’infortunio di Marquez, ma anche perché i risultati sono legati molto alle gomme”, spiega Valentino Rossi. “I primi 10-12 piloti, forse i primi 15 sono molto vicini. Un weekend può cambiare dal mattino al pomeriggio. Un pilota può essere fuori dalla Q2 e poi può vincere: credo che Brad Binder fosse fuori dalla Q2, quindi tutto è possibile e può essere molto divertente da seguire...”

“KTM: miglioramento impressionante”


Rossi ha parlato anche dei passi avanti di KTM.

“Il miglioramento di KTM rispetto allo scorso anno è impressionante”, ha detto il pesarese. “KTM evidentemente ha fatto un grande lavoro per il programma della MotoGP. A Brno senza la caduta di Pol (Espargarò, ndr), avrebbero potuto fare primo e secondo. Qui sono molto forti, l’anno scorso Miguel (Oliveira, ndr) si è comportato molto bene. Tre piloti che possono andare forte e possono lottare per il campionato”, dice Rossi.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

“La pista non va bene per la M1”


Rossi non vede quella austriaca come una pista amica, e per giunta è consapevole di come il meteo sia imprevedibile.

Sulla carta questa pista non va bene per M1, perché la velocità di punta non è esattamente il nostro punto di forza, ma nel 2019 la moto si è comportata bene e abbiamo atto una bella gara: eravamo un po’ troppo staccati da Honda e Ducati e abbiamo lottato per il podio. Questo è importante. Dobbiamo cercare di essere forti e lottare per il podio anche questa.

"Poi sarà il meteo a dire la sua, perché dalla mattina al pomeriggio può cambiare molto e non è prevedibile. Speriamo che si corra sull’asciutto, ma dobbiamo essere pronti a tutte le condizioni", è l'analisi di Rossi.

A Brno sensazioni positive


Alla domanda di come valuti il suo Gran Premio di Brno, Rossi ha evidenziato che il quinto posto è “un risultato incoraggiante. Alla fine la gara è andata bene, è stata un’esperienza positiva. Purtroppo ho commesso degli errori in qualifica: sono dovuto partire dalla quarta fila ed è stato difficile recuperare. Ma il passo c’è, e anche nella seconda parte della gara posso spingere. Sono riuscito a recuperare posizione dopo posizione cercando di sorpassare in modo intelligente. Insieme a Rins abbiamo risalito la classifica per raggiungere Johann (Zarco, ndr) ma non è stato sufficiente per raggiungere il podio.

"Comunque la sensazione è positiva, la gara è stata divertente. Sono riuscito a guidare bene anche in condizioni difficili e questo non è male, ma dobbiamo migliorare alcune cose, soprattutto per il sabato: dobbiamo cercare di partire da una posizione migliore”, conclude Valentino Rossi.

MotoGP, GP Austria: gli orari TV di Sky, TV8 e DAZN