Fabio Quartararo ha spiegato in conferenza stampa quanto sia stato complicato il suo Gran Premio della Repubblica Ceca. Mentre la KTM volava e vinceva, e il compagno di team Franco Morbidelli andava a podio, il francese tribolava lontano dalla vetta, finendo poi arretrato, in settima posizione:Sono stato un po’ sorpreso, negativamente - ammette il leader del mondiale - perché venerdì abbiamo avuto alcune difficoltà nella guida della moto. Però, nel quarto turno di prove libere, usando le gomme morbide, le mie sensazioni erano buone per almeno dieci giri. In gara, nel primo passaggio ho provato a spingere, provando a siglare un tempo veloce. Sulla lunga distanza ho sofferto, consumando troppo gli pneumatici, sia l’anteriore che il posteriore. La gomma dietro era proprio distrutta da subito. Non avrei potuto fare niente di meglio".

Morbidelli: “Voglio continuare a crederci anche in Austria”

Tutto sommato, El Diablo guarda gli aspetti positivi dello scorso weekend: "La cosa più importante è aver portato a casa punti preziosi per il campionato; finire il Gran Premio in settima posizione si è rivelata una delle prove più dure che abbia mai affrontato, quindi, è stato un ottimo risultato per me e per la squadra".

 A Spielberg cade la pioggia. Considerando il meteo, quanto sarà difficile affrontare la gara? Lo spiega lui: "Siamo arrivati in Austria lunedì, sta piovendo e continua sempre. Un’ora al giorno, vedremo. Sembra che sarà soleggiato domenica, è vero, non sarà facile correre in caso di bagnato. Ricordo la prima volta in cui girai con il bagnato in Austria: io giravo a destra, la moto andava a sinistra, anche a causa del saliscendi austriaco. In Curva due potrebbe essere pericoloso, per il ristagno d'acqua. La Direzione Gara deciderà cosa fare, se la sicurezza non sarà al massimo richiesto".

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3