Sesto a posto a Brno per Miguel Oliveira, unico portoghese in MotoGP ed attuale pilota KTM. Miguel, mentre il compagno di marca Brad Binder andava a vincere, ha lottato duramente, arrivando a soli sei secondi abbondanti dal successo. Un risultato niente male per lui del team Tech3: "Il weekend di Brno è andato abbastanza bene - conferma - già venerdì ero messo in una buona posizione nella lista dei tempi. Però, nelle FP3 ho commesso un errore, cadendo nel mio giro veloce, che avrebbe potuto essere migliore di quanto fatto, magari settimo. Sono quasi arrivato in Q1, ma non ci sono riuscito".

In effetti, le difficoltà sono arrivate dopo le qualifiche: "Partendo dalla quinta fila, ho dovuto recuperare tante posizioni . svela - e, forse, scattando più avanti, avrei lottato per il podio. La gara è andata comunque bene, sono soddisfatto del sesto posto finale".

GP Austria, Binder: “Ripartiamo con i piedi per terra e la mente fredda”

Quanto è importante sapere di avere una moto vincente, che però è arrivata prima con un compagno di marca?

"Credo che Pol Espargarò avrebbe voluto regalare a KTM la prima vittoria, dato che lui segue il progetto dall'inizio. Non si tratta di essere frustrati, non ha senso. Io non mi sento sminuito perché non ho vinto io per la prima volta con KTM, sto pensanda a ciò che verrà, ovvero, al Gran Premio di Austria. Penso che dovremmo tutti adeguarci in fretta alle condizioni pioggia. Credo che saranno temporali e non pioggia continua, però, in fin dei conti la gara sarà bagnata. Io mi sento in buona forma, farò del mio meglio".

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3