Ci sono due criteri che usiamo per fare le nostre previsioni per una gara: le statistiche dell'ultimo anno in quello scenario e quello che si è visto nella stagione in corso.

La storia


Le moto

I numeri sono schiaccianti: la statistica indica Ducati e Andrea Dovizioso come i favoriti indiscussi per il GP del prossimo fine settimana. Le Rosse di Borgo Panigale non solo hanno vinto ogni singolo GP dal ritorno dell'Austria nel calendario nel 2016, ma hanno anche aggiunto un secondo e un terzo posto. Solo la Honda, sotto la guida di Marc Márquez, è riuscita a mettere in pericolo l'egemonia della Ducati. Sì, è vero, l'anno scorso la Yamaha ha conquistato il podio con Fabio Quartararo, ma lo ha fatto arrivando a sei secondi dalla Ducati vincitrice; molto lontano.

Favorito: Ducati

Austria chiama, Ducati risponde? A Spielberg l'ultima occasione di riscatto

I piloti

Per quanto riguarda Dovizioso, il Red Bull Ring è assolutamente il suo circuito talismano, con due vittorie, un secondo e un terzo posto. Senza la presenza di Marc Marquez, è senza dubbio l'uomo da battere. Dietro di lui, tenendo conto dello storico dei risultati, mettiamo Fabio Quartararo e Jack Miller, che è caduto l'anno scorso quando era davanti... con una Ducati.

Favorito: Andrea Dovizioso

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

La stagione


Le moto

Fino ad ora abbiamo escluso Aprilia e Honda. La prima perché è chiaramente in fase di sviluppo, la seconda perché non ha piloti di punta. Abbiamo anche escluso la Suzuki, che vede nel Red Bull Ring uno dei circuiti più complicati in calendario. I circuiti stop-and-go sono storicamente il loro tallone d'Achille.

Escludendo la Honda di Marc Marquez, la Yamaha è stata la seconda moto più competitiva al Red Bull Ring e, visti i risultati ottenuti nei primi tre GP, è sicura di potersi aggiudicare il podio. Quale posizione? Dipenderà dalle altre due moto che rimarranno: KTM e Ducati. La moto austriaca sarà competitiva in casa, molto. Abbastanza per vincere? Lo pensano. Per quanto riguarda la Ducati, arriva in Austria in un mare di dubbi e incertezze. La combinazione di pneumatici Desmosedici 2020/nuove Michelin sta dando molti, molti problemi, sì, ma così tanti da neutralizzare l'enorme differenza che ha dimostrato nei precedenti GP? L'anno scorso la Yamaha di Quartararo è arrivata a 6 secondi! Un sacco di tempo da perdere da un anno all'altro.

Favorito: Ducati

MotoGP Austria, KTM-Ducati chi è favorita?

I piloti

Fabio Quartararo è il favorito assoluto in questa gara. Per quello che ha dimostrato nei tre GP disputati sin ora e perché ha già fatto abbastanza bene l'anno scorso. Un altro che dovrebbe essere nella lista degli aspiranti alla vittoria di domenica è ovviamente Andrea Dovizioso. Anche Brad Binder, per la sua esibizione di domenica scorsa e perché ha vinto al Red Bull Ring l'anno scorso in Moto2. I contendenti al podio sono Franco Morbidelli, Johann Zarco, che è bravo su questo circuito e guiderà una Ducati, e Pol Espargaró, che vorrà riscattare la gara di Brno.

Favorito: Fabio Quartararo

MotoGP, GP Austria: la leadership di Quartararo è in pericolo?

La nostra raccomandazione: Andrea Dovizioso

L'alternativa: Fabio Quartararo / Brad Binder

La copertura: Jack Miller

GP Austria, Rossi: “Il campionato è apertissimo”