Nella classifica combinata dei tempi al termine del venerdì del Gran Premio d’Austria, Andrea Dovizioso è secondo, staccato di soli 44 millesimi dal leader Pol Espargaro. Il forlivese, dopo aver svolto due gare in netta difficoltà a Jerez e a Brno, è pronto a riscattarsi e anche se oggi ha potuto disputare solo un turno, è apparso fiducioso:

“Siamo partiti bene”, ha esordito. “Al mattino mi sentivo molto meglio, riuscivo a frenare in un modo più giusto. Sicuramente in questo mi ha aiutato la pista, dato che è un po’ particolare e si frena che si è praticamente dritti, ma in generale mi sono sentito bene. Volevamo ottenere quello che abbiamo ottenuto questa mattina”. Da cosa deriva questo miglioramento?  “È dovuto alla facilità nel guidare la mia moto in questa pista, ma soprattutto approcciando molto diversamente la frenata”.

Pol Espargarò: “Dovi è pazzesco, sarà difficile spuntarla con lui”

Rivali


Dopo questa prima giornata si sono viste piuttosto competitive le KTM, ma Dovizioso ha percepito anche la Suzuki piuttosto forte: “Rins e Mir sono veloci, aspetterei a fare pronostici e non sarei sorpreso se il gruppo dei rivali si ingrandisse. È solo il primo giorno e soprattutto abbiamo fatto solo un turno. Bisogna vedere se domani riusciremo a fare due turni sull’asciutto, perché in questo caso andrebbero a cambiare certe cose. Pol (Espargaro, ndr) sicuramente si vuole riscattare dal buon risultato che poteva fare a Brno. Le KTM accelerano forte e saranno sicuramente competitive”.

Scommesse GP Austria