La scorsa settimana al GP della Repubblica Ceca, Zarco si era scontrato con Pol Espargarò, causandone la caduta e finendo comunque sul podio nonostante la penalizzazione del ‘giro lungo’ (oltretutto eseguita male, secondo le accuse dello spagnolo).

Nel Gran Premio d’Austria è ancora Zarco ad essere negativamente al centro dell’attenzione: questa volta per aver causato l’incidente più spettacolare e terrificante della storia degli ultimi anni del Motomondiale, frenando subito dopo aver sorpassato Franco Morbidelli, al nono giro: entrambi sono caduti e le loro moto hanno continuato la loro corsa, piroettando anche nell’aria, e attraversando la pista mentre sopraggiungevano Valentino Rossi e Maverick Viñales.

Franco Morbidelli è quello che ne è uscito più malconcio di tutti, ma per fortuna sta bene.

La TAC nel dopo gara ha escluso fratture e complicazioni per il pilota italo-brasiliano. "Morbidelli è in buone condizioni tenuto conto dell'importanza della caduta", ha detto a Sky il dottor Michele Zasa, medico della Clinica Mobile della MotoGP. 

L'ira di 'Morbido'


Zarco ha detto di essersi scusato con Morbidelli per averne causato la caduta.

“Sappiamo come non sia mai facile evitare contatti dopo cadute a tali velocità”, ha detto il francese.

Ma Franco non ha nascosto di avercela con Johann. “E’ un mezzo assassino”, ha detto ai microfoni di Sky. “Fare una frenata così a 300 all’ora vuol dire avere poco amore per se stessi e per quelli con cui stai correndo.

“Io spero che questo grandissimo incidente faccia riflettere Zarco. E’ stato davvero pericoloso per me, lui, per Rossi e Vinales che erano lì davanti e mentre facevano una curva veramente lenta si sono visti arrivare in faccia una moto a 280 all’ora”.

Rossi sull'incidente di Morbidelli: “Mossa di Zarco fatta di proposito”

Impossibile evitarlo


'Morbido' ha spiegato poi la dinamica incidente.

"Mi dispiace perché io non ho potuto fare niente: nel momento in cui sono andato a frenare Zarco ha cambiato traiettoria, probabilmente per proteggersi", è l'accusa di Morbidelli. "Quando è andato verso l’esterno sono stato risucchiato dalla scia e non ho potuto fare altro che prenderlo. Ma alla fine sto bene fisicamente e la prossima settimana sarò regolarmente al via del Gran Premio", ha concluso.

Dovizioso: “Era importantissimo tornare a lottare per la vittoria”