Valentino Rossi è chiamato ancora una volta domenica, nel GP della Stiria, a portare in alto i colori della Yamaha. Nella prima gara dell'Austria, infatti, è stato il primo pilota Yamaha a tagliare il traguardo con Fabio Quartararo ottavo e Maverick Vinales decimo, mentre Franco Morbidelli è incappato nel terribile incidente con Johann Zarco.

Lo stesso Rossi ha scampato per poco le moto dei due piloti che sono volate in aria come proiettili e su questo ne ha argomentato a lungo per l'intera settimana e anche in conferenza stampa.

Ancora sull'incidente di domenica

”E' stato molto difficile trovare la concentrazione nella seconda gara - ha detto - perchè è stato un momento davvero terrificante. Io e Vinales abbiamo avuto tantissima fortuna ed è stato complicato ripartire, ma non c'erano molte possibilità”.

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

One of the most terrifying #MotoGP crashes we've EVER seen!!! Watch the Turn 3 accident from all angles! #AustrianGP #JZ5 #FM21 #VR46 #MV12 #Motorsport #Motorcycle #Racing

Un post condiviso da MotoGP (@motogp) in data:

A tal proposito, in conferenza stampa, è stato dibattuto se sia stato il caso di mostrare ripetutamente le immagini dell'incidente e se il fatto di aver scampato per poco il pericolo abbia fatto cambiare idea a Rossi sul suo futuro:Per me non bisogna esagerare nel mostrare le immagini – ha proseguito - ma per come la vedo io è positivo sapere cosa è successo, è giusto vedere la realtà perchè non dobbiamo dimenticare che il Motorsport è pericoloso e i piloti devono gareggiare con la testa. Per il prossimo anno non cambia la mia idea e continuerò, quando sei un pilota ci sono sempre dei rischi e se dovessi smettere con la MotoGP farei qualcos'altro che sarebbe ugualmente pericoloso come correre con le auto”.

GP Stiria: Zarco “out”, almeno per le prove libere del venerdì

Sul nuovo weekend austriaco


Adesso però, è tempo di girare pagina e concentrarsi sul GP della Stiria, che partirà dalle prove libere di domani mattina: “Per noi la pista è difficile - ha concluso Rossi - soffriamo un po', il nostro passo non è fantastico e non ci permette di lottare per podio o vittoria. Domenica scorsa la seconda parte di gara non è andata male ma è sempre strano fare un'altra gara nello stesso circuito. Abbiamo tanti dati e dobbiamo partire da un punto migliore per fare bene e migliorare”.

MotoGP, GP Stiria: tutti gli orari tv di Sky, TV8 e DAZN