A differenza di quanto ci si poteva aspettare, non rivedremo Marc Marquez in pista molto presto. Infatti la casa alata ha informato attraverso un comunicato stampa che i tempi di recupero del braccio destro infortunato a Jerez, nel corso del primo Gran Premio della stagione 2020, sono più lunghi del previsto.

Inizialmente alcune indiscrezioni volevano il ritorno del Marziano al secondo GP in terra austriaca, che si terrà questo fine settimana. Poi sembrava che la Honda numero 93 l'avremmo rivista in pista a Misano. Nessuna delle due ipotesi era corretta. Infatti si stima che ci vorranno dai due ai tre mesi prima che Marc possa tornare alla guida della RC213V, motivo per cui HRC non ha fissato un Gran Premio per il suo rientro. Si starebbe quindi parlando di un rientro di Marquez a ottobre e lo spagnolo deve così dire addio ad ogni sogno iridato.

Quotes


Il team manager Alberto Puig ha dichiarato: "Si è parlato molto del recupero di Marc e delle varie scadenze, ma dal primo giorno dopo la seconda operazione abbiamo detto che l'unico obiettivo valido per lui era il suo recupero al 100%. Non abbiamo fretta. Quando Marc sarà in grado di tornare e competere al livello che conosce, allora penseremo al prossimo obiettivo".

Puig: "Con Bradl in pista per migliorare la RC213V"