1 di 2

Ricarica la pagina, per aggiornare la diretta

Bandiera a scacchI: Oliveira, alla sua 150^ gara, si prende il successo davanti a Miller e Pol Espargaro, che finisce largo sul verde e potrebbe cedere il podio a Mir, quarto. Che finale incredibile per la 900^ gara della MotoGP!


Ultimo giro: Miller si infila alla 4! Espargaro, però, non lo molla e ci prova alla 9. Si infila Oliveira che va a vincere!


Giro 10: prende margine il trio di testa, che mette 5 decimi tra sé e la coppia Dovizioso/Mir, che ha 6 decimi su Nakagami.

Sembra che la lotta per il podio sarà un affare riservato a Pol Espargaro, Jack Miller e Miguel Oliveira


Giro 8: Sale quarto Dovizioso, che passa Mir. A 5 tornate dalla fine, Pol Espargaro è primo davanti a Miller, Oliveira, Dovizioso e Mir. Sesto Nakagami, che precede Rins, Binder e Rossi.

Ecco le foto dell'incidente di Vinales, che ha completamente stravolto la gara


Giro 7: Espargaro, in staccata, ha la meglio su Miller e sale in vetta. Dritto di Binder, che rientra ottavo


Giro 6: Espargaro tenta il sorpasso ai danni dell'australiano, ma non riesce a finalizzare. Ce la fa invece Oliveira, che passa Mir e sale terzo. Che ripartenza delle KTM!


Giro 5: Espargaro passa Mir e sale secondo alle spalle di Miller. Nel frattempo, guadagna una posizione Dovizioso, che supera Binder


Giro 2: in questi 12 giri restanti si sono riagganciate le KTM. A 1" da Miller (che ha mezzo secondo su Mir) c'è infatti un trio KTM capitanato da Espargaro, che precede Oliveira e Binder. Scomparso invece Nakagami (settimo), che era stato autore di una gran gara e, prima dell'incidente di Vinales, occupava la seconda posizione


Partiti: Mir si porta subito al comando con una gran partenza, ma Miller si rifà subito sotto e si prende la prima posizione ai danni dello spagnolo


Giro di ricognizione: manca pochissimo alla ripartenza


Giro 17: Vinales, senza freni, si lancia dalla moto in curva 1! Bandiera rossa, per riparare l'air-fence danneggiato dallo schianto della M1, distrutta e in fiamme

Per la seconda domenica consecutiva, Maverick dimostra di avere una lucidità impressionante. Provvidenziale, infatti, la decisione di abbandonare la moto dello spagnolo, che ha lasciato scosso, ma indenne, la pista.

In Yamaha dovranno indagare sui freni, perché non è la prima volta che i piloti lamentano problemi in frenata


Giro 15: gran gara di Nakagami, che svernicia Miller in rettilineo. L'australiano risponde, ma Nakagami si rimette subito davanti. Mir approfitta della bagarre per allungare ancora: ora il suo margine è di 2"4


Giro 14: A 15 tornate dalla fine, Mir porta a 1"3 il vantaggio su Miller, sempre tallonato da Nakagami. Quarto a 2"3, Pol Espargaro, che precede Rins, Binder, Oliveira e Dovizioso. Nono Lecuona, seguito da Quartararo, Rossi e Petrucci


Giro 13: Binder passa Dovizioso e sale in sesta posizione. Il sudafricano sembra averne e sta cercando di chiudere il gap con Rins, che lo precede a 1"6. In grossissima difficoltà Vinales, che perde posizioni, probabilmente a causa di un problema tecnico, ed è ora 13°


Giro 10: gara difficile per le Yamaha. Vinales, Quartararo e Rossi si trovano in bagarre per la 10^ posizione. 16° Franco Morbidelli


Giro 8: Mir allunga al comando: lo spagnolo porta a 4 decimi il vantaggio sul duo Miller/Nakagami, che ha a sua volta 1"455 di margine sulla coppia Pol Espargaro/Alex Rins


Giro 4: Mir si riprende la prima posizione, seguito da Miller, e Nakagami, francobollato alla Ducati dell'australiano


Giro 2: Miller si porta al comando davanti a Mir


Mir si porta subito al comando, seguito da Pol Espargaro e un aggressivo Jack Miller, che rifila una carenata allo spagnolo della KTM, facendolo precipitare in quarta posizione, tra la Honda di Nakagami e la Suzuki di Rins


Finito il giro di ricognizione: si parte!

1 di 2