Il doppio weekend in terra austriaca è stato disastroso per Yamaha, tra problemi di gomme e soprattutto gravi problemi ai freni che hanno minato le certezze di Quartararo, domenica scorsa, e di Vinales, nella gara di domenica.

Il problema ai freni si è accentuato soprattutto nel GP di Stiria, con lo spavento preso da Maverick Vinales, rimasto senza freni prima della staccata di curva 1 e lanciatosi dalla sua M1, per evitare guai. Maverick che, prima di lanciarsi dalla moto, ha anche perso una pastiglia dalla pinza anteriore, segno che ormai i freni erano collassati. 

Intervenuti al sito della Motogp, Valentino Rossi, Franco Morbidelli e il team manager del team ufficiale Yamaha, Maio Meregalli, hanno parlato del problema ai freni e di ciò che si aspettano per le due gare di Misano di settembre.

Meregalli: “Arriveranno informazioni dai tecnici giapponesi”


Onestamente non so cosa sia successo a Fabio, ma quello che è successo a Maverick è qualcosa che non ci aspettavamo", esordisce Maio Meregalli, che spiega perché il pilota spagnolo, diversamente dai compagni di marca, abbiano scelto di non utilizzare il nuovo impianto frenate, pensato per la gara austriaca.

"Brembo ha portato una evoluzione del sistema frenante ma abbiamo scelto di usare i freni standard. Valentino, Fabio e Franco hanno usato l’evoluzione mentre Maverick è rimasto su quello standard, perché non ha mai avuto i problemi che hanno avuto gli altri con le alte temperature durante il weekend e quando ha provato il nuovo sistema, non aveva il feeling che cercava, quindi per queste due ragioni abbiamo deciso di usare il sistema convenzionale - afferma il team manager Yamaha -. Il problema avuto da Maverick è dovuto principalmente al fatto che non riuscisse a raffreddare l’impianto frenante, già al quinto giro ci aveva segnalato il problema ma in qualche modo ha provato a sistemare fino a quando non è successo quello che è successo. Fortunatamente sta bene e non si è fatto niente, questa è la cosa più importante. Cercheremo di capire cosa è successo. Non sarà facile perché la moto non è messa bene, ma per Misano mi aspetto di ricevere informazioni aggiuntive dai nostri ingegneri giapponesi”.

GP Stiria, Rins: “Non capisco perché Vinales non si è ritirato”

Rossi: “Due gare al limite con i freni” 


"In questi due weekend eravamo veramente al limite con i freni, specialmente Yamaha", dice dal canto suo Valentino Rossi.

Settimana scorsa ho avuto problemi, ma questa settimana abbiamo lavorato con Brembo apportando delle modifiche - spiega il Dottore, che nel GP di Stiria ha usato il nuovo impianto frenante -. Nella prima gara i freni non erano fantastici, nella seconda invece sono andati bene e non ho avuto particolari problemi”.

Morbidelli: “Un weekend difficile per tutti”


Alle parole di Rossi fanno eco quelle di Morbidelli, che a sua volta ha usato l'evoluzione portata dalla Brembo e pare aver avuto le stesse impressioni del Dottore. "Tutti i piloti hanno faticato con i freni, questo fine settimana. Yamaha, apparentemente, un po' di più", esordisce Franco.

Abbiamo lavorato con i freni tutta la settimana. È un problema che abbiamo avuto in gara, Maverick ancora di più. Lui ha faticato parecchio ed è rimasto senza freni in curva 1, qualcosa di spaventoso. Sono contento che stia bene e che sia riuscito a saltare giù dalla moto in fretta - conclude l'italiano -. Un weekend difficile per tutti”.

GP Stiria, Vinales: “Cosa ho pensato? Non ho avuto tempo di pensare”