Lo spettacolo della MotoGP è tornato in pista a partire da questa mattina con il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. I piloti della classe regina sono scesi sul tracciato dedicato a Marco Simoncelli per le prove libere uno. Con cielo sereno e temperatura già calda, a siglare il giro veloce è stato Maverick Vinales che con un tempo di 1:32.198 è riuscito a portarsi in testa davanti alla Yamaha del team Petronas di Fabio Quartararo.

Le Yamaha iniziano alla grande


Il pilota di Figueres ha dimostrato di sentirsi subito a suo agio sul tracciato italiano come da previsioni portandosi sull' 1:32 basso e creando un bel gap con gli avversari.

E' apparso in grande forma anche l'attuale leader del mondiale Fabio Quartararo (+0,550) che durante il primo turno è riuscito a mettere a segno una serie di giri veloci nonostante Vinales sia stato inarrivabile.

Le altre due Yamaha di Valentino Rossi e Franco Morbidelli, invece, al momento non sono riuscite ad entrare nella top ten arrivando rispettivamente undicesimo e dodicesimo.

MotoGP Misano, Rossi: “Qui posso puntare al podio. Il rinnovo? Siamo vicini”

La top ten


La classifica è proseguita con il terzo tempo di Aleix Espargarò che, entrato in pista quasi a fine turno in sella alla sua Aprilia, ha sfruttato un po' la scia di Vinales per mettere a segno il suo best lap chiuso a +0,751. In ogni caso l'ottimo tempo di Aprilia è frutto anche dei test che la Casa di Noale ha fatto la settimana scorsa in quanto anche Bradley Smith è riuscito a chiudere in quinta posizione (+1,046) alle spalle di Johann Zarco (+0,983).

Il francese, dopo il primo turno, è anche il primo tra i piloti Ducati a comparire nella classifica: le Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci hanno infatti riscontrato diversi problemi legati al nuovo asfalto del tracciato arrivando a chiudere Dovi quattordicesimo e Petrux diciassettesimo.

In settima posizione è arrivato invece Jack Miller (+1,304) portandosi dietro all'alfiere Suzuki Joan Mir (+ 1,299) e davanti a quello LCR Honda Cal Crutchlow (+1,340), reduce da un'operazione al braccio. A chiudere la top ten sono stati Pol Espargarò (+1,371) in sella a KTM e primo dei suoi colleghi “orange” e Takaaki Nakagami decimo a +1,456 da Vinales.

La classifica


MotoGP, GP Misano: gli orari TV di SKY e TV8