Si è ripreso alla grande Maverick Vinales dopo le brutte prestazioni austriache. Il pilota di Figueres sembra volare sul tracciato di Misano e sia nelle prove libere che in qualifica ha dimostrato di essere velocissimo, una spanna sopra i suoi colleghi Yamaha che ha messo in fila dietro di sé uno dopo l'altro.

Domani, in gara, sarà davvero dura per lui in quanto avrà accanto Franco Morbidelli, Fabio Quartararo e Valentino Rossi, ma oggi è il giorno giusto per godersi la pole position.

“Ho cercato di guidare al meglio”


“Mi sentivo bene già da stamani - ha detto Maverick a Sky Sport MotoGP - anche se nelle FP3 non sono riuscito a fare il miglior tempo che potevo fare. Nelle FP4 abbiamo lavorato molto in vista della gara quindi più o meno sappiamo già quali gomme usare per domani. In qualifica ho provato a guidare al meglio, in modo pulito per portare a casa un bel tempo”.

MotoGP, Morbidelli come Spyke Lee: “Fai la cosa giusta” contro il razzismo

“Domani spingerò al massimo”


E così è stato. Senza dubbio. Vinales cercava soprattutto il suo personale riscatto dopo le ultime gare ed è arrivato: “Dopo tre risultati negativi - ha proseguito - che abbiamo avuto con tanti errori non potevamo far altro che spingere al massimo. Ogni risultato che arriverà domani per me sarà buono quindi spingerò al massimo dalla prima all'ultima curva”.

Maverick, a differenza dei suoi avversari, ha messo in atto una strategia che ha visto ben tre passaggi al box: “L'anno scorso avevo fatto lo stesso - ha concluso - e anche in quell'occasione arrivò la pole, qui a Misano mi torna bene così. Faccio due tentativi e poi all'ultimo dò il massimo”.

MotoGP, Misano qualifiche: un super Vinales guida il poker Yamaha