1 di 2

Ricarica la pagina per aggiornare la diretta

Dopo un finale al cardiopalma, Morbidelli si prende la vittoria del GP di San Marino e della Riviera di Rimini, davanti agli agguerritissimi Bagnaia e Mir. Quarto posto per il Dottor Rossi, che perde il podio a un soffio dalla bandiera a scacchi.

Dopo una gara così, non sembrano esserci più dubbi sul futuro pilota del team Ducati: spetta a Bagnaia a salire sulla Ducati ufficiale lasciata libera da Andrea Dovizioso


Ultimo giro: Mir si libera di Rins e passa Rossi


Giro 26: inizia il penultimo giro, pronti per un finale ad alta tensione? Mentre Morbidelli viaggia indisturbato verso la vittoria, Bagnaia guida il quartetto che si gioca il resto del podio. Tra Pecco, Rossi, Rins e Mir chi sarà a spuntarla?


Giro 24: Si accende la lotta per il terzo gradino del podio. Rins cerca di passare la M1 #46, ma il Dottore non vuole saperne di mollare il podio sulla pista di casa. Bisognerà vedere se Rossi riuscirà a resistere altri 4 giri, per regalarci la seconda tripletta tutta italiana

Moto2, Misano: festa tricolore con Marini, Bezzecchi e Bastianini


Giro 20: Pecco on fire! Bagnaia infila Rossi e si prende la seconda posizione! 

Nel mentre continuano i problemi di Quartararo che, dopo un passaggio ai box, finisce di nuovo a terra in curva 6


Giro 19: Rins inizia a prendere le misure di Rossi. Lo spagnolo si fa vedere, ma non affonda. Bagnaia decide allora di rompere gli indugi e mettersi alle spalle di Rossi, passando la Suzuki.


Giro 18: Mir passa Miller nel cambio di direzione tra le curve 1 e 2, ma chi inizia a tremare è Rossi, che vede arrivare Rins e Bagnaia. La doppia morbida potrebbe costare il podio al Dottore...


Giro 16: 1'32"7 per Morbidelli, che continua la sua cavalcata solitaria, con 1"7 di margine su Rossi, che a differenza del rider Petronas (che ha una hard all'anteriore e una media al posteriore) monta una doppia gomma media.

Intanto è bagarre tra Miller e Mir per la quinta posizione. Lo spagnolo sembra averne di più, ma l'australiano, per il momento, riesce a resistere


Giro 13: Rins passa Miller e si butta all'inseguimento di Rossi, distante quasi 2"


Giro 11: a 16 tornate alla fine, Morbidelli guida la corsa seguito a 7 decimi da Rossi, che a sua volta ha un vantaggio di 8 decimi su Miller, richiamato all'ordine con un warning per le troppe escursioni sul verde. In quarta posizione Rins, seguito da Bagnaia, Miller e Vinales


Giro 10: Gran gara di Bagnaia! La gamba infortunata non sembra infastidire Pecco: il pilota Pramac è il più veloce in pista e archiviata la pratica Miller, sale quinto passando Vinales


Giro 9: Rins rompe gli indugi e passa Vinales. Lo spagnolo sembra aver perso concentrazione e rischia di essere passato anche da Mir, che dopo aver rischiato il tamponamento, viene passato da Bagnaia 


Giro 8: caduta per Quartararo! Salito in quarta posizione, dopo aver passato Vinales, il francese del team Petronas si ritrova a terra, dopo poche curve, per una chiusura all'anteriore. Fabio rientra in pista, ma è ventesimo: una bella botta per il Mondiale....


Giro 5: tutto invariato davanti, ma la corsa perde Smith per una caduta, mentre viene comminato un long lap penalty a Lecuona, per un'infrazione della procedura di partenza 


Giro 3: 1'33"3 per Morbidelli, che imprime alla corsa un ritmo forsennato, per cercare di scrollarsi di dosso il Dottore, che non vuole saperne di mollare il codone della M1 Petronas.

A meno di sei decimi dal duo Yamaha, Jack Miller, che precede, con margine, la coppia Vinales, Quartararo, tallonata dalle Suzuki di Rins e Mir, che precedono le Ducati di Bagnaia, Dovizioso e Zarco, che completano la Top 10


Giro 2: Rossi cerca di portarsi in vetta, ma Morbidelli si difende e mantiene il comando della corsa, mentre Mir scavalca Bagnaia e sale settimo


Partiti! Con un grande spunto al via Morbidelli si porta al comando, davanti a Rossi, Vinales e Miller

1 di 2