E’ un Bagnaia felicissimo ed emozionatissimo quello che si presenta al parco chiuso per le domande di rito della MotoGP dopo aver versato lacrime di gioia appena fermata la moto sulla casella numero 2 per il primo podio in carriera in MotoGP. 

Bagnaia ha fatto una gara fantastica rimontando da una partenza non perfetta e tenendo un ritmo incredibile dall’inizio alla fine. La gamba non gli ha dato problemi ed ha potuto guidare come solo lui sa fare.

MotoGP Misano, Bagnaia: “Obiettivo? Finire la gara e stare nei punti”

“Le ultime 5 settimane sono state estremamente difficili”


Pecco Bagnaia all’inizio dell’intervista internazionale analizza come sia arrivato a Misano dopo un periodo lontano dalle gare per infortunio: “E’ stata dura ma questo nervosismo accumulato ha prodotto la rabbia e la fame di arrivare qui ed essere forte e poter lottare”.

Poi un ringraziamento a chi gli è stato vicino in questo periodo facendo di tutto per spronarlo: “Carlo, il mio preparatore, il mio fisioterapista, il dr Pascarella che mi ha operato, la famiglia e gli amici hanno fatto un lavoro incredibile e mi hanno spinto ogni giorno affinchè arrivassi preparato a questa gara”.

Piscina, palestra e laser mi hanno dato la spinta per essere qui - aggiunge Bagnaia nell’intervista a Sky Sport - il primo giorno è stato di studio, dalle FP3 ho cercato di guidare senza pensare a niente ma solo a divertirmi in sella e tutto è venuto abbastanza facile. Stamattina nel warm up quando ho visto 32”7 ci sono rimasto perché non me lo aspettavo e oggi in gara avevo quel passo lì sul 32 alto. I primi giri ho faticato molto ma come ho iniziato a spingere è arrivato tutto. Ovviamente gli ultimi giri non ce la facevo più, la gamba al cambio di direzione della curva 3 mi ha dato una piccola fitta dove c’è la placca e da lì in avanti ho avuto un po’ di fastidio”.

Sono davvero felicissimo per questo risultato - chiosa Bagnaia - già a Jerez ero vicino al primo podio. Oggi però abbiamo lottato duramente per raggiungere questo obiettivo. Credo che il sapore sia davvero ottimo”.

MotoGP, GP San Marino: Morbidelli vince in solitaria, davanti a un super Bagnaia