Morbidelli - Voto 10 e lode, re incoronato

Non credo che il Morbido si potesse sognare la prima vittoria in Motogp partendo in testa e facendo tutti quanti i giri in questa posizione. Splendida vittoria che lo mette nel novero dei potenziali aspiranti al titolo di campione del Mondo

Bagnaia - Voto 10, confermatissimo

Il primo podio di Pecco fresco di una frattura che lo aveva tenuto fermo per tre gran premi. E’oramai diventato padrone della sua Ducati ufficiale ed è l’unico che sembra in grado di farla funzionare nel modo giusto. Ha patito gli ultimi giri ma ha tenuto duro

Mir - Voto 9, arrembante

Si era già sbloccato con il podio austriaco  e a Misano ha messo a segno un sigillo importante che ha fatto capire quanto la sua Suzuki sia cresciuta rispetto alla concorrenza. Ha sopratutto capito come si guida la moto giapponese e i risultati sono evidenti

Valentino Rossi - Voto 10, eterno

Non so cosa abbia provato quando lo spagnolo Mir lo ha passato soffiandogli il podio nelle ultime curve ma  qualche “madonna“ in romagnolo la ha sicuramente tirata, ma deve essere più che orgoglioso di un gran premio che gli ha fatto capire che l’eternità nelle moto esiste e Lui ne è l’esempio 

Rins - Voto 8, sofferente

Il dolore alla spalla operata lo frena ancora  e gli ultimi giri per lui sono stati una vera e propria sofferenza. La Suzuki merita il podio e lo spagnolo deve ancora imparare a giocarsi le prime file durante le prove ufficiali. Questo è ancora il suo limite

Vinales - Voto 5, imbarazzante

Anche questa volta Maverick ha deciso di montare una gomma posteriore differente da tutti gli altri ed ha pagato lo scotto. Non so cosa gli passi nella testa ma ogni gran premio qualcosa va storto. Urge un velocissimo reset mentale

MotoGP, Viñales: “Dobbiamo capire perché in gara mi sembra di guidare sul ghiaccio”

Dovizioso - Voto 5, inconcludente

L’unica soddisfazione a cui si può aggrappare Andrea è la prima posizione nella classifica mondiale e di lì deve ripartire perché il resto è un quasi disastro e a Misano si è visto particolarmente. Forse deve cambiare il suo stile di guida, cosa estremamente difficile

Miller - Voto 5, ingestibile

E’ inutile partire come razzi e consumare le gomme oltre il limite per poi concludere in questa posizione. L’australiano è un gran combattente ed ha talento ma deve imparare a gestire i gran premi se vuole ambire a qualcosa di importa

Nakagami - Voto 6, si immola

Fa tutto quello che è nelle sue possibilità cercando di tenere alta la bandiera della Honda. Encomiabile per la voglia che ci mette ma difficilmente  diventerà un pilota di prima fascia, ormai è tardi

P Espargaro - Voto 5, cercatore

Tre cadute durante le prove ufficiali gli hanno fatto perdere la fiducia nella moto ed i risultati lo testimoniano. Qui la casa austriaca aveva provato una sola volta nel mese di giugno ed ha pagato lo scotto. Le prove in settimana gli daranno una mano per il prossimo gran premio

Olivera - Voto 5, attendista

Non era giornata per la casa austriaca ed anche il pilota portoghese ha pagato lo scotto. Classica dimostrazione che anche nella motogp se la moto non ti aiuta non sei in condizioni di correre per il podio. Vediamo la prossima

Binder - Voto 5, attardato

Ha perso la volata per finire davanti ai suoi compagni di marca, ma alla fine il pilota sudafricano il suo gran premio lo ha già messo in saccoccia e questo al momento può bastare per un debuttante in Motogp

A.Espargaro - Voto 5, insoddisfatto

Probabilmente il pilota spagnolo ce la mette tutta ma la sua Aprilia perde in accelerazione con tutte le moto della concorrenza e questo è frustrante per un pilota veloce. La crescita della sua Aprilia è lenta e non si vedono sbocchi per ol prossimo futuro

Lecuona - Voto 4,5, apprendista
Sarà anche un giovane talentuoso ma il suo passaggio in motogp è stato troppo veloce e si vede che stenta più di tutti i suoi compagni di marca. Non capisco questa fretta di voler arrivare a tutti i costi, ci vuole sempre e comunque un logico percorso

Zarco - Voto 4,5,  apprendista

Durissimo lo stage con la Ducati, ogni circuito ti riserva delle sorprese. Il suo pneumatico posterire era qusi finito ed in più si è fatto sentire il dolore per lo scafoide operato. Credo Ducato lo metterà difficilmente nella squadra ufficiale

Petrucci - Voto 4, sfinito

Dispiace vedere il pilota italiano sprofondare in un tunnel dove non si vede via di uscita. Dovrebbe fare vedere alla Ducati che la decisione della casa bolognese di non riconfermarlo era sbagliata. Questa dovrebbe essere la sua motivazione

A. Marquez - Voto 4, spaesato

Sicuramente si tratta di un debuttante della motogp ma i due mondiali vinti in moto2 dovrebbero avere insegnato qualcosa, invece sembra quasi capitato per caso  e la mancanza dei suggerimenti del fratello hanno sicuramente il suo peso

Bradl - Voto 3,5, inadeguato

Avere un collaudatore di questo genere non rende onore alla Honda e non si capisce bene a cosa possa servire per il futuro della casa giapponese. Non si riesce a capirne l’utilità

Smith - Voto 3,5, inutile

Francamente non riesco a capacitarmi cosa serva alla prestigiosa casa di Noale. Al suo posto avrei fatto correre un pilota giovane, ad esempio Salvadori e sarebbe stato certamente più utile

Quartararo - Voto 5, pressionato

Due cadute durante un gran premio sono troppe per uno come il pilota francese. La pressione lo sta inquinando mentalmente e deve sbrigarsi ad uscire da questa situazione che aveva già vissuto in un passato recente. Forza Fabio

Quartararo: “A Misano ho sbagliato per mancanza d’esperienza”

Rabat- Voto 4, figurante

Penso e credo per lui sia l’ultima stagione in motogo, non riesce a guidare la Ducati. Largo ai giovani qui si fa sul seri e occorre avere il coraggio di dire basta, anche se non è facile

MotoGP, Valentino Rossi: “Più forti nel prossimo GP”