Il secondo fine settimana sul circuito di Misano si apre nel segno della Yamaha Petronas, che centra la doppietta con Fabio Quartararo e Franco Morbidelli.

Il francese, in cerca del riscatto dopo lo "zero" rimediato nel GP di San Marino, si è preso il miglior tempo della prima sessione di prove con il crono di 1'31"721, che gli ha permesso, nel finale, di issare davanti a tutti la M1 #20, rifilando meno di un decimo al suo compagno di box.

Terzo alle spalle delle due Yamaha, Pol Espargaro, che ha preceduto, per 85 millesimi, l'arrembante Joan Mir, che punta ad allungare la sua striscia di podi nel GP dell'Emilia Romagna e della Riviera di Rimini. Ottimo avvio anche per Miguel Oliveira e Takaaaki Nakagami, che si sono presi rispettivamente la quinta e sesta posizione, mentre il leader del Mondiale Andrea Dovizioso non è andato più in là del settimo tempo, fermandosi a 431 millesimi dalla vetta.

Dietro al forlivese si è assestato un nutrito pacchetto di Desmosedici, diviso giusto dall'Aprilia di Aleix Espargaro, che ha chiuso in nona posizione. Con Johann Zarco ottavo, Francesco Bagnaia decimo e Danilo Petrucci undicesimo, quelle che mancano all'appello, in Top10, sono le Yamaha ufficiali di Valentino Rossi e Maverick Vinales.

Se lo spagnolo ha chiuso il turno 13°, alle spalle di Alex Marquez, ben più attardato è il Dottore, 17° a 1"1 da Quartararo.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

La classifica


Moto3, FP1 GP Emilia Romagna: Fernandez primo, Foggia terzo