Se nel venerdì di prove libere i piloti italiani della classe regina erano rimasti a guardare, nelle FP3, importantissime in ottica qualifica si sono rifatti (anche se non tutti) entrando di fatto nella top ten e di diritto anche in Q2.

Su tutti, a dettare legge con un giro record registrato in 1:31.127 è stato Francesco Bagnaia che sul finale di turno è incappato anche in una scivolata senza conseguenze fortunatamente per la gamba reduce dall'infortunio.

Chi invece non è riuscito ad entrare nelle prime dieci posizioni è Andrea Dovizioso che ha chiuso quattordicesimo.

MotoGP, GP Emilia Romagna: Dovizioso da “Imperterrito” a “Disoccupato”

Occhio alle Yamaha


Se Pecco è riuscito a portare la Ducati del team Pramac in vetta alla classifica delle FP3, alle sue spalle ben tre Yamaha continuano ad essere costanti ed insidiose: sono quelle di Maverick Vinales che ha fermato il crono a +0,058 da Bagnaia, Fabio Quartararo terzo a +0,232 e Franco Morbidelli quarto a +0,302.

Anche Valentino Rossi, rispetto alle FP2 di venerdì, è riuscito a migliorare notevolmente arrivando ottavo a +0,553.

MotoGP, Rossi: “Andar forte come settimana scorsa non basta più”

Un posto assicurato in Q2


Godranno del passaggio diretto in Q2 anche il pilota Suzuki Joan Mir che ha chiuso con il quinto tempo a +0,499 dalla vetta, Brad Binder sesto a +0,501 e il giapponese del team Honda Takaaki Nakagami settimo a +0,503.

Per le Ducati, anche Danilo Petrucci è riuscito a centrare la top ten chiudendo decimo alle spalle di Pol Espargarò fautore dell'ennesima caduta, senza conseguenze, sul finale di turno.

MotoGP: Nakagami tiene a galla la Honda nel secondo venerdì a Misano

Dovi fuori, dovrà risalire dal Q1


Resta invece fuori e dovrà quindi passare dal Q1 un Andrea Dovizioso che nonostante fosse ottimista dopo i test di martedì, non è riuscito a trovare feeling con la sua Desmosedici. Il forlivese è soltanto quattordicesimo a fine turno ed è anche l'unico italiano che dovrà disputare il primo turno di qualifica.

Q1 che non sarà per niente facile per lui, visto che dovrà scontrarsi con Jack Miller, Johann Zarco, Miguel Oliveira e Alex Rins. Chi riuscirà a risalire per lottare con i “big”? Non resta che seguire le qualifiche alle 14:00.

La classifica combinata


Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3