Dai e dai ed alla fine ce la fa. Maverick Vinales centra la sua prima vittoria stagionale portando ad 8 il computo delle sue vittorie in MotoGP. Lo spagnolo di Yamaha si presenta al parco chiuso felicissimo per il risultato ottenuto, congratulandosi anche con Bagnaia, seppur caduto.

“Un lavoro fantastico”


Al parco chiuso Maverick Vinales rilascia le prime parole subito dopo la prima vittoria stagionale. Lo spagnolo è il sesto vincitore diverso in questo inizio di campionato: “E’ incredibile. Abbiamo fatto un lavoro fantastico durante il weekend e ci siamo preparati davvero bene per la gara”.

Maverick fa i complimenti a Bagnaia per la sua gara, pur conclusa con un nulla di fatto: “Pecco era molto veloce, io spingevo tanto cercando però di risparmiare le gomme in vista della fine della gara. Verso la fine della gara ho spinto pensando di recuperare terreno a Pecco e dopo il suo errore ho cercato di tenere la moto in pista e non cadere”.

MotoGP, Bagnaia: “Ero il più forte. Fa male essere caduto per gestire”

Vinales fa anche un confronto con il weekend scorso: “La mia mentalità è sempre la stessa. Nell’ultimo weekend ho trovato un set up migliore soprattutto per l’inizio della gara. Ho commesso un errore alla curva 4, spingevo tanto all’inizio per aprire il gap sugli altri”.

Poi un ringraziamento a chi gli è sempre stato vicino: “Voglio ringraziare le persone che da casa mi hanno sostenuto perché sanno che ci sono periodi difficili nella nostra squadra. Spero che adesso siano passati, abbiamo avuto fortuna e spero che continui così”.

Prima della conferenza stampa ufficiale, Maverick dice: “Credo sempre in me stesso, capisco il mio potenziale e so di cosa sono capace. Dimostro al team che non bisogna mai mollare, nonostante alcuni errori nella scelta delle gomme. Oggi ho scelto le stesse gomme degli altri ed è andata bene”.

"Quest'anno si impara in ogni gara"


Ritornando all’errore in curva 4 e sui successivi giri, lo spagnolo racconta: “All’inizio stavo diventando matto, non sapevo se guidare aggressivo o dolce, volevo aprire un gap con gli altri. Quando ho visto che Pecco si avvicinava pensavo di dover fare qualcosa, il primo settore era il mio punto forte quindi ho spinto tanto. Ho fatto un piccolo highside prima di frenare che mi ha fatto andare lungo e Pecco è passato e poi ha spinto tanto per 10 giri. Io non ho mollato, recuperando poco a poco 1-2 decimi mettendogli pressione”.

Ho visto che ha fatto un errore in curva 5 andando largo” - prosegue Vinales sulla gara di Bagnaia - “così ho pensato di chiudere il gap con lui nel secondo settore. Guadagnavo un po’ per volta nel primo e secondo settore soprattutto nelle curve a sinistra”.

Non penso troppo al campionato - conclude Vinales parlando di questa pazza stagione- devo divertirmi sulla moto e preparare al massimo la moto per il prossimo anno. Quest’anno si impara sempre qualcosa in ogni gara, bisogna essere intelligenti ed imparare tanto per le prossime gare”.

MotoGP, Mondiale Piloti: 3 in 1 punto, ma Dovizioso resta in vetta