Il 2020 non è un anno fortunato per Cal Crutchlow, sia perché sta ancora cercando una sella per il prossimo anno e ormai le opzioni sono davvero poche, sia perché i guai fisici sembrano non volerlo lasciare stare.

I precedenti


La sua stagione era iniziata con una grossa caduta durante il warm up del primo GP di Jerez e la frattura allo scafoide, per cui era stato operato qualche giorno dopo a Barcellona. Successivamente, tra il Gran Premio di Stiria e quello di Misano era passato di nuovo sotto i ferri per ridurre la sindrome compartimentale al braccio destro. Proprio questo era stato il motivo del suo forfait alle due tappe italiane.

MotoGP, Morbidelli come Spyke Lee: "Fai la cosa giusta" contro il razzismo

Oggi


 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

A week in the life of … Misano to today in Barcelona

Un post condiviso da Cal Crutchlow (@calcrutchlow) in data:

Ora che la ferita sembrava rimarginata e il pilota del team LCR era pronto a tornare in pista al GP di Barcellona, questo weekend, è incappato in una scivolata, mentre stava uscendo dal centro medico dove vengono fatti i tamponi anti Coronavirus. E così si è lesionato i legamenti della caviglia sinistra, come confermato dal Dr. Max Ibañez, membro del team del Dr. Mir. Nonostante quest’altra disavventura l’inglese proverà a essere in sella venerdì della sua Honda RC213V e a svolgere un buon fine settimana. In bocca al lupo Cal, speriamo di rivederti in sella!

MotoGP, orari TV GP Barcellona