Valentino Rossi non ha più dubbi sul suo futuro: il nove volte iridato nel 2021 farà ancora parte del Motomondiale in sella alla Yamaha del team Petronas.

Ancora manca la firma ufficiale del contratto ma Rossi, a Sky Sport MotoGP, ha fugato ogni dubbio confermando la tanto attesa notizia.

Ci siamo!


“Abbiamo parlato con Petronas - ha detto Vale - ed è tutto fatto. Dovrei firmare nel giro di poche ore e probabilmente riusciremo a dare l'annuncio ufficiale questo weekend”.

In Petronas insieme a lui andranno anche il telemetrista Matteo Flamigni, il capotecnico David Munoz e il coach Idalio Gavira, mentre non lo seguiranno i meccanici Briggs e Stephens.

Contratto aperto


Per quanto riguarda la durata del contratto, invece, al momento si parla di un anno, quindi per il 2021. A proposito di questo Rossi ha parlato durante la conferenza stampa Yamaha nel giovedì di Barcellona: “Avevamo parlato di fare 1+1, ma abbiamo deciso per un anno lasciando la porta aperta, se saremo tutti felici dei risultati la prossima estate deciderò insieme a loro se continuare o meno. All'inizio mi ero un po' arrabbiato con Yamaha, sembrava volessero offrire un contratto di un anno secco, ma gli ho spiegato che il 2021 non sarebbe stata di sicuro la mia ultima stagione”.

MotoGP, Vinales: “Mi piacerebbe avere una Academy come quella di Rossi”

“Siamo usciti allo scoperto”


Ad essere intervistato questa mattina da Sky Sport MotoGP è stato anche Wilco Zeelenberg, team director Yamaha Petronas che ha detto: “Ormai parliamo del contratto da tanto tempo, ed è arrivato il momento di uscire allo scoperto e dire cosa sta succedendo, ma non posso aggiungere altro rispetto a quello che è già stato detto”.

MotoGP, Marquez: “A Barcellona per lavorare in ottica 2021”