Lo spettacolo messo in scena dalle Yamaha al Montmelò nel sabato di qualifiche è stato davvero speciale: gli avversari hanno provato ad insidiare i tempi dei piloti Yamaha senza però avere la loro vera chance.

Franco Morbidelli, poleman di giornata, è infatti andato a prendersi il miglior tempo davanti a Fabio Quartararo e Valentino Rossi. Una tripletta che ha dell'incredibile con Maverick Vinales che non è stato da meno e che ha chiuso quinto.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

Super Yamaha


L'ondata blu che ha travolto Barcellona ha qualcosa d'incredibile e su tutti, il pilota Petronas Franco Morbidelli, in un “corpo a corpo” virtuale con il compagno di squadra Fabio Quartararo è riuscito a mettere la firma sul best lap in 1:38.798.

Bellissima poi la terza posizione in griglia dalla quale domani scatterà Valentino Rossi (a +0,331 da Franco) che proprio oggi ha ufficializzato la firma del contratto con il team Petronas dal 2021. Anche Maverick Vinales, velocissimo in tutto il weekend questa volta ha dovuto arrendersi ai suoi colleghi riuscendo a chiudere con il quinto miglior tempo a +0,573 da Morbidelli.

Moto3 Barcellona: Arbolino firma pole e record in Qualifica

Ducati tra alti e bassi


Domani, dalla griglia di partenza, dopo la prima fila firmata Yamaha partirà Jack Miller dalla quarta casella: il pilota Ducati Pramac è riuscito a risalire dal Q1 centrando il miglior risultati tra i piloti in sella alla Desmosedici. Insieme a lui scatteranno, dal sesto piazzamento Johann Zarco mentre Danilo Petrucci sarà nono.

Le qualifiche sono state decisamente peggiori, invece, per Andrea Dovizioso e Pecco Bagnaia con il pilota Ducati ufficiale che scatterà diciassettesimo e il pilota Pramac quattordicesimo.
Per loro si parla di problemi di gomme e mancato grip e per domani risalire sarà davvero dura, anche se Dovi si gioca il Mondiale.

A chiudere la top ten sono stati poi Pol Espargarò che ha portato la Ktm in settima piazza, seguito da Joan Mir in ottava posizione e Brad Binder decimo.
Domani, a differenza delle altre domeniche, la gara della MotoGP scatterà alle 15 anziché alle 14.

Bagnaia: “Michelin ha portato la gomma per Marquez e nemmeno corre”