Non certo il ritratto della felicità Pecco Bagnaia dopo le qualifiche di oggi, chiuse con una mesta 14^ posizione a quasi 4 decimi dal crono fatto segnare dal suo compagno di squadra Miller. Un preoccupante salto indietro rispetto solamente ad una settimana fa a Misano, a testimonianza di quanto il grip dell'asfalto possa incidere sulla prestazione di una moto solitamente favorita a sul tracciato di Barcellona.

Il pilota torinese ai microfoni di Sky analizza lucidamente la sua prestazione parlando anche dei problemi che affliggono la Desmosedici su questo circuito. 

MotoGP Barcellona, qualifiche: Morbidelli in pole, Rossi è terzo

“Fino al T3 ero pari a Jack poi ho sbagliato le ultime due curve”


Le prime parole di Bagnaia a Sky dopo le qualifiche riflettono la situazione tecnica attuale della Desmosedici sul circuito catalano, riferendosi anche al compagno di box. “Purtroppo sto avendo qualche problema ad essere scorrevole come vorrei. Con la nostra moto lo soffriamo molto. Jack è molto bravo a sfruttare la gomma nuova, io sto facendo un po’ di fatica.” 

Pecco parla del passo mostrato in prova ed anche della gara di domani, a suo dire particolare: “La cosa positiva è il passo. Penso sia buono per domani. Nelle FP4 con le gomme usate sono riuscito bene o male a girare sul 40”5-40”6, quindi molto positivo. Sarà una gara particolare perché le gomme calano tanto ed è difficile prevedere cosa succederà.” 

A precisa domanda sulla situazione generale di Ducati: “Io sto facendo fatica a scaldare la ruota davanti ed è difficile. Qui le curve a sinistra sono veramente complicate: alla 2 ed alla 5 è molto facile cadere. E’ fondamentale al primo giro scaldare subito la gomma davanti. Zarco e Jack stanno facendo un bel lavoro ma io sono messo un po’ meglio sul passo, però parto indietro.”

Parlando della strategia di gara per domani: “Parto indietro, sarà fondamentale sfruttare tutta la potenza della moto in partenza e sui rettilinei senza usare troppo le gomme altrimenti non arrivo a fine gara.

Chiudendo l’intervista, il pilota Ducati parla anche delle aspettative sulla gara Barcellona, soprattutto alla luce del weekend di Misano: “Sicuramente non ci aspettavamo trovare un grip del genere. Solitamente Barcellona è difficile da questo punto di vista ma non così tanto, sembra di essere in Argentina. La nostra moto soffre molto quando c’è poco grip. Nessuno si sarebbe aspettato che saremmo stati così in difficoltà, però bene o male stiamo riuscendo a risollevarci e le FP4 di oggi sono state un buon turno per me, Dovi e Jack. Secondo me domani sarà una gara interessante, l’obiettivo è stare nei 10 ma il passo al momento sembra essere quello da top 6. Vedremo domani cosa succederà.”

MotoGP, orari TV Sky e TV8 del GP Barcellona