Il Gran Premio della Catalogna sul circuito spagnolo del Montmeló, si è concluso con un piazzamento nella top 10 per Danilo Petrucci, che ha concuso la gara all’ottavo posto. 

Partito dalla terza fila dello schieramento, il pilota ternano è riuscito a risalire fino alla settima posizione, ingaggiando un duello con Pecco Bagnaia per il sesto posto, ma sul finale non è riuscito a difendersi dall’attacco di Nakagami, scivolando in ottava posizione.

Petrucci è ora in quattordicesima posizione nel campionato con 39 punti. Ducati è seconda nella classifica costruttori, mentre il Ducati Team occupa il quarto posto nella classifica riservata alle squadre.

"Non riuscivo a contrattaccare"


“Sono contento della gara e del weekend anche se si poteva fare qualcosa di meglio in qualifica per partire un po’ più avanti”, è il commento di Petrucci. “Però la gara è stata buona, sono riuscito a gestire bene la gomma, peccato che non ero abbastanza veloce nei rettilinei: subivo sorpassi sia da Espargarò che da Pecco e non riuscivo a contrattaccare perché nel resto della pista era difficile sorpassare”, aggiunge il ternano della Ducati.

Ho fatto due o tre sorpassi alla curva 5, mi buttavo dentro, era anche abbastanza rischioso, però poi mi ripassavano sul rettilineo. Però tutto sommato sono contento di essere tornato davanti con i primi”, racconta.

“La moto è cambiata veramente tanto, da Misano abbiamo capito che bisognava lavorare diversamente e si sono visti i progressi”, aggiunge Petrux.Mi dispiace molto per la prima parte di stagione perché non sono stato competitivo, però secondo me di qui in poi possiamo solo migliorare".

Pensando al podio...


E’ dall’Austria che non riusciamo ad essere veloci nel rettilineo come l’anno scorso. Non saprei dire se sia una questione di aerodinamica, ma anche in scia non riuscivo a stare dietro a ‘Pecco’. L’anno scorso qui ero andato sul podio… Peccato, ho provato tante volte ad uscire più forte per sorpassare ‘Pecco’, ma non ci sono riuscito”, conclude Petrucci, che nel 2019 aveva concluso il GP di Catalogna al terzo posto, alle spalle di Marc Marquez e Fabio Quartararo.

MotoGP, Rossi: “Oggi ero da podio, bisognava finirla la gara”