Alla conferenza stampa dei piloti alla vigilia del Gran Premio di Francia Francesco ‘Pecco’ Bagnaia è apparso particolarmente soddisfatto, evidentemente dopo il recente annuncio del suo passaggio nella squadra ufficiale Ducati a partire dal prossimo anno.

Alla domanda di come si senta pensando al 2021, Bagnaia ha risposto con un enorme sorriso.

“E’ molto bello e io sono molto contento, penso di aver meritato questa posizione, ultimamente sono stato forte, son stato spesso davanti, abbiamo fatto un ottimo lavoro quest’anno, soltanto avuto un po’ di sfortuna all’inizio della stagione per i problemi al motore che abbiamo avuto e quindi non siamo nella posizione che ci meritiamo".

"Ma il nostro potenziale è molto elevato, la nostra moto è fortissima, dobbiamo essere contenti del lavoro che stiamo facendo, dobbiamo essere più costanti, finire le gare innanzitutto, ma ci siamo”.

A proposito delle sue condizioni fisiche dopo la frattura della tibia rimediata nelle prove libere di Brno, Bagnaia ha tagliato corto: “La gamba è al 100% da una parte, ma quanto a funzionalità potrebbe andare meglio…”

La Catalogna? Soddisfatti a metà


In Catalogna ha concluso sesto da quattordicesimo che era in griglia, ma in conferenza stampa “Pecco” ha spiegato di non essere soddisfatto.

“Non sono contentissimo del risultato, sinceramente, perché è stato errore mio: venerdì avevo un po’ di problemi con le condizioni, ho fatto un errore e non mi sono adattato, mi muovevo troppo sulla moto, e l’assetto non mi ha aiutato”, spiega Bagnaia.

“Sabato ho fatto delle modifiche che non hanno funzionato e domenica, quando sono tornato alla configurazione di prima, è andata meglio. Nella prima parte abbiamo visto che Suzuki e Yamaha stavano andando molto bene, ma negli ultimi giri sono riuscito a recuperare 2 o 3 secondi, quindi, sì, possiamo essere sicuramente essere contenti della gara, ma non di tutto il weekend”, dice Bagnaia con una nuova dose di autocritica.

Bagnaia ‘Go Free’


Alla domanda di una fan di cosa significhi per lui “Go Free”, il motto che lo accompagna in tutte le gareBagnaia ha spiegato che “Go Free è una cosa che mi è piaciuta moltissimo la prima volta che l’ho sentita, è un po’ come Akuna Matata del Re Leone, mi libera la mente dai pensieri, mi diverte: è questo che significa per me questa espressione”, ha concluso Bagnaia.

De Angelis annuncia il ritiro: “Per me è arrivato il momento di fare altro”