Test MotoGP: Savadori con l'Aprilia il più veloce del Day 2

Test MotoGP: Savadori con l'Aprilia il più veloce del Day 2

Tutti i commenti dei collaudatori che nelle due giornate di test hanno potuto “assaggiare” il tracciato di Portimao

8 ottobre 2020

Si è conclusa sul circuito di Portimao la due giorni di test per alcuni dei piloti della MotoGP e dei collaudatori.

Dopo una prima giornata nella quale a svettare su tutti era stato il pilota Aprilia Aleix Espargarò, alla fine del day 2 a parlare sono stati i collaudatori da Jorge Lorenzo a Dani Pedrosa passando per Michele Pirro, Stefan Bradl e Lorenzo Savadori che a fine giornata ha portato a casa il miglior crono.

Savadori il più veloce del Day 2


Da parte di tutti, comunque, la soddisfazione relativa al circuito è stata buona e i collaudatori hanno mostrato entusiasmo nei confronti del tracciato anche se in alcuni punti i “saliscendi” del circuito li hanno messi a dura prova.

“Sono molto contento di essere stato qui - ha detto il collaudatore Aprilia Lorenzo Savadori - il circuito è davvero carino e con la MotoGP la velocità è davvero fantastica. Abbiamo avuto un sacco di lavoro da fare, io ho guidato soltanto nella seconda giornata".

Le impressioni di Jorge Lorenzo


Sono state positive anche le dichiarazioni di Jorge Lorenzo nonostante il tempo registrato oggi sia stato l'ultimo della classifica: “Erano nove mesi che non salivo su una moto ed è stato un po' difficile riadattarsi - ha detto il collaudatore Yamaha - La pista è veloce e negli ultimi giri sono riuscito a trovare il giusto feeling. Avrei avuto bisogno di provare altri due giorni per essere ancora più veloce. In ogni caso è andata bene, abbiamo testato le gomme e penso che il team avrà una buona base per quando verrà qui a gareggiare. E' un circuito simile a Laguna Seca, nei settori tre e quattro si salta, non solo si impenna. E’ un circuito davvero divertente”.

MotoGP, Quartararo: “Ordini di scuderia? È presto, magari all'ultima gara”

KTM veloce a Portimao


Il secondo pilota più veloce della giornata è stato invece Dani Pedrosa in sella alla Ktm: “Ci sono un sacco di “saliscendi” ad ogni curva – ha detto Dani Pedrosa – e le curve sono molte strette, in ogni caso è una pista che mi è piaciuta molto. Abbiamo testato alcuni tipi di gomme, ma ci sarà da capire quali saranno le condizioni della pista a novembre”.

Positive anche le impressioni di Sylvain Guintoli, collaudatore Suzuki: “Un bel tracciato – ha detto – essendo nuovo per la MotoGP abbiamo lavorato su diversi aspetti della moto e testato più cose”.

MotoGP, Mir: “Vincere il titolo come Alzamora? Paragone impertinente”

Buon lavoro di Honda e Ducati


A parlare sono stati infine i collaudatori Honda e Ducati: “Abbiamo fatto un buon lavoro – ha spiegato Stefan Bradl collaudatore Honda – abbiamo lavorato in buone condizioni e mi sono divertito con una MotoGP a testare questo particolare tracciato fatto di “saliscendi”. Siamo soddisfatti del lavoro svolto, la moto sembra essere competitiva qui”.

Infine Michele Pirro: “Non è stato facile adattarsi da subito perchè il tracciato è davvero particolare. Ho avuto la possibilità di testare alcune parti”.

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi