La prima giornata di prove libere sul circuito Bugatti di Le Mans si è chiusa nel segno di Jack Miller con il tempo di 1:34.356. Una prima giornata non facile in quanto il meteo è stato ballerino con pioggia al mattino e tracciato semi bagnato al pomeriggio.

Situazione Ducati tra top e flop


Per la Ducati, è stata una prima giornata fatta di alti e bassi: se Miller si è piazzato al primo posto della classifica di giornata, con Danilo Petrucci quarto e Johann Zarco (Ducati Avintia) decimo, per Andrea Dovizioso e Francesco Bagnaia i risultati sono stati deludenti. Dovi ha chiuso diciannovesimo dopo una caduta sul finire del turno, mentre Francesco Bagnaia è arrivato quindicesimo.

Al box Ducati hanno riferito che dopo la caduta Dovi ha preferito non rientrare in pista e che domani, visto che il tempo promette bene, farà il suo time attack per riuscire a centrare la top ten.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

Yamaha ufficiale in gran forma


Una prima giornata che ha visto le Yamaha ufficiali di Maverick Vinales e Valentino Rossi adattarsi bene anche ad un tracciato semi umido: Vinales è riuscito a centrare il secondo miglior tempo a +0,367 da Miller, mentre Rossi era riuscito a piazzarsi quinto a+0,879 dall'australiano, prima di vedersi cancellare il tempo e precipitare fuori dalla Top10, in dodicesima posizione.

A prendersi un posto nella top ten è stato anche il pilota Petronas Franco Morbidelli con il settimo tempo, riportando un distacco dalla vetta di poco più di un secondo. Giornata meno fortunata, invece, per il compagno di squadra Fabio Quartararo che non è riuscito ad andare più in là dell'undicesima posizione.

Forse il francese, come Dovizioso, ha preferito non rischiare troppo in vista dell'appuntamento più importante che lo attende domenica.

Una Honda che rinasce


Anche per la Honda, dopo un periodo non proprio felice, la prima giornata di prove libere a Le Mans ha dato i suoi buoni frutti: il giapponese Takaaki Nakagami è riuscito a piazzarsi al terzo posto della classifica a +0,501, ma in top ten sono riusciti ad entrare anche Cal Cruthclow, quinto a +0,785 e Alex Marquez con il sesto miglior tempo a +0,981. Per Crutchlow non è stato facile tornare in pista dato che l'operazione al braccio avuta settimane fa continua a dargli problemi.

In ottava posizione troviamo invece Pol Espargarò come KTM più veloce di giornata. Pol ha chiuso a + 1,018 mentre i suoi colleghi si sono piazzati tredicesimo posto con Miguel Oliveira, sedicesimo con Iker Lecuona e Brad Binder ventiduesimo. La giornata è stata difficile anche per le Suzuki con Joan Mir nono e Alex Rins che ha chiuso quattrordicesimo.

MotoGP, GP Francia: gli orari TV di Sky e TV8

La classifica dei tempi combinati

Vista la pioggia del mattino, le FP2 sono state decisive per la classifica dei tempi combinati con Jack Miller al comando seguito da Vinales, Nakagami, Petrucci, Crutchlow, Alex Marquez, Franco Morbidelli, Pol Espargarò, Joan Mir e Johann Zarco.

Moto3 GP Francia, FP2: Salac su Fenati per 39 millesimi