1 di 2

Ricarica la pagina, per aggiornare la diretta

Bandiera a scacchi: Petrucci trionfa a Le Mans, dopo aver guidato la corsa dall'inizio alla fine. Secondo posto per uno strepitoso alex Marquez, che precede Pol Espargaro.

Limita i danni Dovizioso, quarto davanti a Zarco e Oliveira. Nono posto per Quartararo, che precede Vinales e Mir


Ultimo giro: Petrucci gestisce, mentre Dovizioso tenta di tenere la posizione su Oliveira. E Mir si gioca la nona posizione con Quartararo e Vinales


Giro 25: infilato da Pol, Dovi si ritrova addosso Oliveira, che sembra averne decisamente di più


Giro 24: Dovizioso in difficoltà! Il forlivese perde il 2° posto ai danni di Alex Marquez e si rirova tallonato da Pol Espargaro


Giro 22: con Miller e Rins fuori dai giochi, a dar fastidio a Dovizioso, è quindi Alex Marquez, francobollato alla Ducati #04. Che finale!


Giro 20: problemi per Miller che alza il braccio e deve abbandonare la corsa per una probabile rottura

Ma il dramma al vertice non finisce qui: dopo una gran gara scivola Rins che, a sua volta, dice addio al podio


Giro 18 succede di tutto in testa alla corsa! Con Pol Espargaro e Alex Marquez che si fanno sotto, Dovizioso rompe gli indugi passando Petrucci, ma il ternano non molla. Tentano di approfittare della lotta al vertice Rins e Miller, che rivoluzionano la testa della corsa, con Dovizioso che, da secondo, si ritrova i quarta posizione


Giro 17: giornata davvero nera per la Yamaha. Morbidelli scivola e torna in pisa 19° e ultimo


Giro 16: a 11 giri dalla fine, in testa alla corsa, troviamo un quartetto compatto capitanato daPetrucci, che detta il passo davanti a Dovizioso, Miller e Rins. Quinta piazza per Pol Espargaro, che precede Alex Marquez, Crutchlow, Oliveira e Nakagami. Chiude la Top 10 Zarco, seguito da Quartararo, Bradl e Bagnaia


Giro 15: sprazzi d'azzurro nel cielo di Francia e in pista, dove Rins passa Miller e Mir supera Vinales. Miller però non ci sta e si riprende la terza posizione, mentre Alex Marquez firma il giro più veloce della gara


Giro 13: Rins tenta di infilare Miller in staccata, ma l'australiano resta più interno e riesce a tenersi la posizione. Inizia la bagarre per il terzo gradino del podio! Con lo spagnolo che sembra averne decisamente di più dell'australiano.

Intanto, ben più indietro, inizia la sua rimonta anche Mir, che passa Morbidelli, sale 16° e mette nel mirino Vinales e Aleix Espargaro, subito davanti a lui


Giro 12: 1'44"9 per Rins, che continua la sua prograssione, portandosi a 7 decimi dalla Desmosedici di Miller


Giro 11: Zarco passa Quartararo tra le curve 1-2 e sale decimo, mentre Alex Marquez, mette nel mirino Cal Crutchlow


Giro 10: caduta per Bradley Smith, Un peccato per il collaudatore Aprilia, che stava facendo una buona gara, in ottava posizione


Giro 7: sembra trovarsi bene sul bagnato Alex Marquez, che guadagna la settima posizione passando Bradley Smith.

Tiene duro Quartararo, ma questa non è proprio la gara delle Yamaha. Se il pilota di casa è soltanto undicesimo, ancora più indietro sono i suoi compagni di marca Vinales e Morbidelli, che occupano rispettivamente la sedicesima e diciassettesima posizione. Mentre Rossi, ricordiamo, è caduto subito dopo il via


Giro 6: mentre comincia a calare l'intensità della pioggia, Miller inizia a farsi ingombrante dietro a Dovizioso, secondo alle spalle del compagno di squadra Petrucci.

A 20 giri dalla fine, dietro al trio Ducati, troviamo Rins, Pol Espargaro, Crutchlow e Smith, seguiti da Alex Marquez, Oliveira e Nakagami. Fuori dalla Top 10 Quartararo, undicesimo


Giro 5: continua a perdere terreno Quartararo, che ora naviga in decima posizione, dopo essere stato passato, nell'ordine, da Bradley Smith, Alex Marquez e Miguel Oliveira


Giro 4: è in crisi Quartararo, che perde la posizione anche nei confronti di Crutchlow. Indemoniato Rins, che passa Pol Espargaro e sale quarto a 2"7 dal terzo posto di Miller


Giro 3: giro veloce di Rins, che mette nel mirino Quartararo, lo passa, e si butta all'inseguimento del podio


Giro 2: Petrucci prende il comando scavalcando Miller. Pol Espargaro attacca Quartararo, ma il francese si difende. 

Intanto Rossi dice addio alla gara. Un vero peccato per il Dottore, che aveva un ottimo passo sul bagnato


Partiti: Gran partenza di Miller, che si porta al comando davanti alle Ducati ufficiali di Dovizioso e Petrucci. Quarto Quartararo, seguito da Pol Espargaro, Crutchlow e Rins. Caduta per Rossi, che non riesce a riaccendere la moto


Tutto è pronto per la partenza: via al giro di ricognizione


Probabile che si rimescolino le carte con gara bagnata, perché se la Yamaha è parsa andar molto bene sul bagnato, il leader del Mondiale Quartararo è stato tra i piloti a collezionare meno giri sulla pista bagnata, per non prendere rischi. Una decisione che potrebbe rimpiangere...


È arrivata la pioggia a Le Mans: partenza rimandata, per preparare le moto per gara bagnata

La pit lane aprirà alle 13.04, per una rapida procedura di partenza. La distanza di gara sarà di 26 giri

1 di 2