Joan Mir, ormai eletto Capitano del team Suzuki viste le prestazioni offerte rispetto a Rins, ed in lotta per il Mondiale trovandosi a 10 punti da Quartararo, ha voglia di dimenticare la gara di Le Mans di domenica scorsa e fare una gara ad Aragon che sia consona ai livelli della casa di Hamamatsu.

MotoGP, Mir contro Stoner: “Comodo parlare dal divano”

“Dobbiamo dimenticare Le Mans”


Joan Mir si presenta alla consueta conferenza stampa del giovedì pre gara parlando di quello che è stato il weekend precedente cercando di dimenticarlo. “Dobbiamo dimenticare l'ultima gara e pensare ad Aragon. Sono fiducioso: può essere un circuito favorevole per le Suzuki, possiamo fare molto bene e tra quelli di quest'anno è il mio tracciato preferito.” 

Poi aggiunge sempre su Le Mans: “Non ho mai trovato buon feeling nel weekend, non sono mai stato competitivo, poi domenica non riuscivo a stare in moto nei primi giri. Piano piano ho acquistato fiducia e ho recuperato, anche se la posizione finale non è stata la migliore. E' stato divertente lottare nel finale, anche se possiamo dimenticare questo gp, per certi versi...

Lo spagnolo chiude parlando del suo titolo in Moto3: “Il titolo in Moto3? Ero il favorito dall'inizio della stagione, questa volta sto andando sempre meglio ma la situazione è diversa. Può aiutare aver vinto già un titolo per gestire la pressione, ma non credo possa fare una grande differenza.”

MotoGP, GP Aragon: gli orari TV di Sky e TV8