La notizia della positività al Covid-19 di Valentino Rossi ha scosso il paddock MotoGP nel primo giovedì di Aragon.

Il pilota Yamaha attraverso i social ha dato la notizia dicendo che molto probabilmente sarà costretto a saltare anche il secondo GP di Aragon e che si trova adesso in isolamento. Ma chi prenderà il suo posto in sella alla M1 ufficiale?

Spunta il nome di Jorge Lorenzo


Di certo il nome più papabile è quello di Jorge Lorenzo, che attende di poter tornare in pista dopo che in questa stagione ha potuto fare da tester soltanto a Sepang nel mese di febbraio e a Portimao nel mese di ottobre. Il Covid-19 ha infatti “bloccato” anche il suo ruolo di collaudatore Yamaha e questo sarebbe il momento perfetto per entrare nel paddock come sostituto.

VOTA IL SONDAGGIO: Rossi positivo al Covid-19, cosa dovrebbe fare Yamaha?

E' già successo in questa stagione


Del resto, in questa stagione pazza è già accaduto anche al pilota Moto2 Jorge Martin di risultare positivo al Covid-19 proprio prima della doppia tappa di Misano. In quel caso lo spagnolò restò a casa e al suo posto salì sulla Ktm Mattia Pasini che già si trovava in Italia.

La stessa cosa potrebbe quindi succedere con Jorge. Tra i tester impegnati in questo 2020 anche Stefan Bradl in sostituzione dell'infortunato Marc Marquez e Bradley Smith in sostituzione di Andrea Iannone fuori per il “caso doping”.

Una settimana fa, del resto, era stato lo stesso Valentino, dopo i test a Portimao a bacchettare il maiorchino per essere stato poco sulla moto in questo 2020 dicendo che un tester ha bisogno di provare di più. Sarà accontentato?

Rossi su Lorenzo: “Se vuole fare il collaudatore deve allenarsi con la moto”