E' iniziato nel segno del freddo il primo turno di prove libere ad Aragon: a causa di un asfalto di 8° le Fp1 sono slittate di mezz'ora e se in un primo momento i piloti della classe regina sono scesi in pista un po' titubanti, dopo poco l'atmosfera si è fatta più calda a suon di giri veloci.

A chiudere in testa il primo turno di prove libere è stato Maverick Vinales con un tempo di 1:49.866.

La Yamaha è partita velocissima in questo weekend piazzando tutti i suoi piloti nelle prime tre posizioni con Vinales, Morbidelli e Quartararo. Ricordiamo che Valentino Rossi sarà il grande assente di questo weekend in quanto è risultato positivo al covid-19.

Partenza con il piede giusto!


Non c'è stato niente da fare per i top riders: ad Aragon le Yamaha sono partite fortissime mettendo un primo punto alle prove del mattino. Se Maverick Vinales ha chiuso in testa, Franco Morbidelli ha chiuso a soli 85 millesimi da lui, mentre Fabio Quartararo a +0,276. Sia l'italiano che il francese del team Petronas hanno avuto due scivolate. Per Quartararo è accaduto alla curva 8 quando la bandiera a scacchi già era sventolata. Si è rialzato zoppicando ma sembra che per lui non ci siano state conseguenze rilevanti.

Rossi positivo al Covid: Yamaha punterà su Lorenzo per i GP di Aragon?

Alex Marquez ancora lì


Aragon ha dato un primo slancio molto positivo anche alle Honda, riuscita a piazzare ben tre piloti in top ten: la scia di risultati positivi sembra continuare per Alex Marquez che ha chiuso quarto a +0,310 da Vinales, mentre il pilota LCR Honda Takaaki Nakagami è arrivato quinto a +0,554. Buon piazzamento anche per Cal Crutchlow (in piena polemica nei giorni scorsi) che si è visto assegnare l'ottavo miglior tempo in classifica a +0,732.

MotoGP, Alex Marquez: “Non chiedetemi di Marc, non sono un dottore”

Mir vuole fare bene


Questo weekend è partito con il piede giusto anche per i due piloti Suzuki Joan Mir (secondo nella classifica mondiale) che ha chiuso con il sesto miglior tempo (+0,559) e Alex Rins nono a +0,855.

In top ten anche i due fratelli Espargarò: Pol in sella alla Ktm è settimo a sei decimi dalla vetta, mentre Aleix con Aprilia ha chiuso decimo a +0,935.

MotoGP, Mir: “Ad Aragon possiamo andare bene”

E Ducati?


In casa Ducati sembrano esserci invece più difficoltà che magari potranno essere risolte nelle Fp2: Jack Miller ha chiuso dodicesimo, Danilo Petrucci quindicesimo, Andrea Dovizioso diciassettesimo e Francesco Bagnaia ventunesimo. Al box è stato detto ai piloti “in rosso” di non prendere rischi viste le particolari condizioni dell'asfalto.

La classifica


MotoGP, Petrucci punto da un calabrone: ecco come sta