Non vedremo Jorge Lorenzo scendere in pista la prossima settimana, ma nemmeno altre opzioni prese in considerazione (Folger, Baz e Razgatlioglu), perché il team Monster Energy Yamaha supporterà totalmente Vinales nel round di Teruel, senza portare ulteriore stress alla squadra, schierando un sostituto di Valentino Rossi.

Proprio Razgatlioglu poteva essere l’opzione nuova rispetto a chi la MotoGP l’ha già sperimentata, ma per un problema di sponsor concorrenti la pista turca non è percorribile. Toprak infatti è un pilota RedBull mentre il team factory Yamaha ha Monster come main sponsor.

Lorenzo sarebbe stata l’opzione più percorribile ma le valutazioni fatte dopo i test di Portimao hanno portato Yamaha a scartare questa ipotesi perché come diceva Meregalli “ha perso l’attitudine alla velocità”

Come ormai risaputo, Valentino Rossi è risultato positivo al tampone dopo il suo ritorno a casa da Le Mans e quindi impossibilitato a partire per Aragon per disputare il quint’ultimo appuntamento di questa stagione. Di fatto per effetto del nuovo DPCM il Dottore non potrà nemmeno disputare il round della settimana seguente di Teruel perché dovrebbe negativizzarsi prima di eventualmente partire e la quarantena di 10 giorni dal primo risultato di positività non gli permetterebbe comunque di arrivare ad Aragon per la gara.

Persi quindi i due round di Aragon, il primo appuntamento che vedrà di nuovo Rossi in pista sarà dunque la prima delle due gare a Valencia, ovviamente dietro tampone negativo. 

Il comunicato Yamaha


Nella nota rilasciata da Yamaha questa mattina si legge: “Yamaha ha vagliato attentamente ogni ipotesi arrivando alla decisione di non sostituire Rossi per il round di Teruel di settimana prossima per non mettere ulteriore stress ai membri del progetto MotoGP in questa stagione influenzata dal Covid-19.

Tenendo conto del numero ridotto di personale durante gli eventi, nonché della lunga permanenza forzata degli ingegneri di YMC e del personale del team non UE, YMC e Monster Energy Yamaha MotoGP scelgono di non imporre lo stress aggiuntivo di doversi adattare a un nuovo pilota che dovrebbe sostituire Rossi per un solo weekend di gara”.

Prendendo la decisione di non inserire un pilota sostitutivo per il Gran Premio de Teruel, la Yamaha ha confermato alla Direzione Gara di rispettare il Regolamento del Campionato del Mondo FIM. L'articolo 1.11.3.ii afferma che: "Le squadre devono compiere ogni ragionevole sforzo per fornire un sostituto qualificato per adempiere ai propri obblighi di iscrizione entro 10 giorni dal ritiro".

Il ritiro di Rossi dal GP di Aragon è stato comunicato ufficialmente da Yamaha all’IRTA venerdì 16 ottobre. Ciò significa che i 10 giorni finiranno lunedì 26 ottobre, un giorno dopo la gara di Teruel".