Sembrava una gara come tutte le altre per Fabio Quartararo quella del Gran Premio d’Aragon. Al via è scattato bene dalla pole position, lottando subito per la vetta con Maverick Vinales e restando nel gruppo di testa, fino a quando non ha iniziato a indietreggiare senza riuscire a difendersi dagli avversari. Via uno l’altro, il francese ha completato la corsa in 18esima posizione, addirittura fuori dalla zona punti.

Cos'è successo


Che abbia avuto dei problemi è stato piuttosto eloquente, non essendo il risultato finale in linea con il suo weekend, e il 21enne ha dichiarato: “Ho avuto un problema di pressione con la gomma davanti, una cosa molto strana perché il feeling nei primi giri era buono. Dopo cinque giri la pressione era fuori dal normale, non ho mai corso con una pressione così alta. Era come guidare sull’acqua”.

Questo ha alterato ovviamente il suo feeling con la M1 e come se non bastasse si è aggiunto poi un altro problema: “A questo è subentrato anche il calo della gomma. È stata la gara più strana e difficile della mia carriera”.

MotoGP Aragon, Alex Marquez: "Verso la fine avevo più gomma degli altri"

Campionato


Ora il francese ha nuovamente perso la leadership del campionato, ma resta ottimista: “Non sono preoccupato, mancano ancora quattro gare e siamo a 6 punti dal leader Mir. Qui non avrei potuto lottare per la vittoria, al massimo per le prime 5 posizioni”. Ora bisognerà fare bene questo fine settimana: “Sarà molto importante capire la causa del problema che ho avuto per farci trovare pronti”.

MotoGP GP Aragon, Dovizioso: "In gara abbiamo salvato il salvabile"