Sembrava ad un passo dalla fine il matrimonio tra Honda e lo storico sponsor Repsol, ed invece no. Proprio oggi infatti le parti hanno ufficializzato il rinnovo della loro partnership per altri due anni, mettendo a tacere le malelingue e dando nuova linfa al binomio moto - sponsor più iconico e vincente della storia del motociclismo.

Numeri da capogiro


Dal primo anno di collaborazione (1995) tra la compagni petrolifera spagnola ed il costruttore giapponese ad oggi sono arrivate 180 vittorie, 10 titoli team (premio istituito nel 2002) e soprattutto 15 titoli mondiali, il primo dei quali tra l’altro proprio nel 1995, grazie al dominante Mick Doohan.

Numeri a dir poco incredibili, che non sono comunque bastati a far storcere il naso a Repsol nelle settimane scorse, quando i risultati di Alex Marquez e Stefan Bradl, vista l’assenza di Marc Marquez, latitavano vistosamente. Tutto risolo ad ogni modo, anche grazie (forse) alle ultime ottime prestazioni di Alex, e dall’approssimarsi del rientro in pista del Campione del Mondo in carica.

La soddisfazione di Honda


“E’ sempre un piacere proseguire la nostra collaborazione con Repsol – ha commentato il presidente di HRC Nomura – dato che insieme abbiamo raccolto grandi risultati. Il 2020 è stato ed è un anno difficile per tutti, ma questo rinnovo ci da la forza per continuare a scrivere nuove pagine di storia del motociclismo”.

Andrew Pitt: “Locatelli è già pronto per la SBK”