La corsa al titolo iridato riparte questa domenica dal Gp di Teruel che vedrà ancora una volta i piloti del Motomondiale impegnati sul tracciato di Aragon. Quartultima tappa del Campionato, prima dei due Gp di Valencia e  di quello di Portimao, a questo punto della stagione dovrebbe essere chiaro chi è il vero il leader, e invece....

Quartararo VS Mir: è guerra aperta!


E invece ancora una volta la situazione appare del tutto incerta e aperta con quattro piloti in lotta per un titolo.

Se fino a sabato scorso Fabio Quartararo (che era il leader del classifica generale), poteva essere il favorito visto che ad Aragon nelle prove libere era stato velocissimo, in gara ha avuto non pochi problemi chiudendo diciottesimo. Problemi alle gomme, una temperatura del tracciato diversa a quella del venerdì e del sabato, insomma il francese ha perso la leadership ai danni di Joan Mir che invece è riuscito a chiudere in terza posizione.

Il testa a testa, quindi, anche domenica riguarderà principalmente questi due piloti: il portacolori Petronas avrà una grande voglia di riscatto, mentre quello Suzuki brama per ottenere la prima vittoria nella classe regina.

MotoGP, Agostini: “Il titolo se lo giocano Mir e Quartararo”

Tra i due litiganti...


Ma attenzione, perchè potrebbe anche realizzarsi uno scenario diverso con Alex Marquez o Maverick Vinales a scombinare i piani di vittoria degli altri due piloti: Maverick, in sella all'M1, ha dimostrato grande velocità ad Aragon, così come Alex Marquez che dalle retrovie ha iniziato ad “alzare la voce” conquistando due secondi posti nelle ultime due gare.

Senza dimenticare anche Alex Rins (vincitore domenica scorsa) o Franco Morbidelli, anche loro velocissimi e in ottima forma.

MotoGP, Honda e Repsol scacciano la crisi: insieme per altri due anni

E Dovi?


Infine, come non menzionare anche i piloti Ducati, primo tra tutti Andrea Dovizioso: la classifica iridata vede anche lui protagonista e in lotta per il Mondiale, ma la Desmosedici ad Aragon sembra non riuscire a rispondere alle aspettative. Il settimo posto, guardando a come era partito il weekend, è “oro colato”, ma se la gara di domenica sarà davvero quella che segnerà uno spartiacque in ottica titolo, Dovi dovrà fare di più e meglio per riuscire a rimanere in lotta.

Insomma, un Mondiale del genere è una vera a propria incognita, non resta che aspettare la gara per sapere il verdetto, ricordandovi che l'orario è cambiato e che la MotoGP scatterà alle 13:00 (qui tutti gli orari).

MotoGP GP Aragon: le PAGELLE di Carlo Pernat