Nessun colpo di scena nella prima mattina di prove libere ad Aragon dove i piloti della classe regina erano scesi in pista già nello scorso weekend.

I riders si sono dedicati soprattutto nel riuscire a migliorare il passo gara e con un clima più caldo, hanno optato per lavorare sui propri prototipi piuttosto che sul time attack. Ad eccezione di qualche pilota...

Alex è partito in quarta


E' il caso dei due piloti Honda, Alex Marquez e Takaaki Nakagami che hanno fatto registrare il primo e il secondo miglior tempo delle FP1.

Alex, in testa con 1:48.184 è stato protagonista di una scivolata sul finale mentre stava forzando e cercando il limite con la sua RC213V: strategia messa spesso in pratica dal fratello Marc nella passata stagione.

Non solo però Alex, perchè la Honda sta dimostrando i suoi grandi progressi in pista e il secondo tempo di Takaaki Nakagami a +0,438 e il quarto di Stefan Bradl a +0,819 ne è la conferma.

Nel panino degli alfieri Alati il leader del mondiale Joan Mir che fin da inizio turno ha cercato di girare subito velocissimo portandosi in terza posizione a 8 decimi da Marquez.

Più attardato invece il compagno di squadra Alex Rins che ha chiuso le FP1 con il 12esimo tempo alle spalle di Johann Zarco e davanti a Miguel Oliveira.

MotoGP GP Teruel, Alex Marquez sbotta: “Basta chiedermi di mio fratello!”

Fabio Quartararo dove sei?


Molto interessante, da analizzare, anche la situazione Yamaha: se Franco Morbidelli è ripartito con il piede giusto portandosi in quinta posizione a +0,916 dalla vetta, seguito da Maverick Vinales sesto a +0,992, per Fabio Quartararo è arrivata soltanto la 17esima posizione. Preoccupante? Per adesso no, in quanto il francese in questo primo turno potrebbe aver provato la gomma media che gli aveva dato diversi problemi domenica scorsa in gara. Da questo pomeriggio, o dalle FP3 di domani, il pilota Petronas tornerà sicuramente a stupire con i suoi giri lanciati.

Ricordiamo invece che Valentino Rossi è ancora “out” causa covid-19: le sue condizioni di salute sembrano in netto miglioramento e se i tamponi delle prossime settimane daranno esito negativo sarà possibile rivederlo in pista dal primo GP di Valencia.

MotoGP GP Teruel, Quartararo: “Non sento la pressione di dover vincere”

Ducati ancora in difficoltà?


Tornando alla top ten, sono riusciti a centrarla anche Jack Miller grazie al settimo tempo (+1,027), seguito da Aleix Espargarò (+1,121), Pol Espargarò (1,1162) e Cal Crutchlow (1,172).

Restano ancora indietro, invece, le Ducati: se Miller ha chiuso settimo, il 14esimo posto è andato a Danilo Petrucci, il 16esimo ad Andrea Dovizioso e il 21esimo a Francesco Bagnaia.

La classifica


MotoGP, Dovizioso: “Stagione strana? Colpa della gomma posteriore”