E' ancora la Honda la più forte del turno e questa volta, dopo la doppietta della mattina di Alex Marquez e Takaaki Nakagami, il più veloce è stato proprio il giapponese del team LCR che è riuscito a scendere sotto il muro dell'1:48, siglando il miglior crono delle FP2 in 1:47.782.

Questa volta a rimanere “ingabbiato” nel panino Honda è stato Maverick Vinales con Cal Crutchlow terzo.

Abbonati a DAZN e guarda la MotoGP™, Moto2 e Moto3

Chi sale chi scende


Senza dubbio, a differenza delle Fp1, la maggior parte dei piloti ha puntato sul time attack, con diversi di loro che sono riusciti a migliorarsi rispetto al mattino.

Oltre a Nakagami, Vinales (+0,175) e Crutchlow (+0,329), il quarto miglior tempo è andato a Fabio Quartararo: il francese, soltanto 17esimo al mattino ha ritrovato il suo slancio di sempre chiudendo a +0,382 da Nakagami.

El Diablo ha chiuso davanti alla doppietta Suzuki con l'attuale leader del mondiale Joan Mir quinto a 4 decimi dalla vetta, davanti ad Alex Rins sesto a +0,408.

In top ten, con il settimo tempo, anche il pilota Ktm Iker Lecuona (+0,578), così come Aleix Espargarò(+0,644), Pol Espargarò (+0,657) e a chiudere Alex Marquez (+0,661).

Moto3 Teruel, FP2: Alcoba al top, ma Masia resta il leader

La classifica dei tempi combinati


La classifica che però interessa maggiormente, a conclusione di questa prima giornata di prove libere, è quella dei tempi combinati, che potrà servire come riferimento, insieme alle FP3, per le qualifiche: Nakagami è il pilota a condurre i giochi davanti ad un Maverick Vinales altrettanto agguerrito e ad un Cal Crutchlow del tutto ritrovato.
Al quarto posto si trova stabile Fabio Quartararo, mentre il compagno di team Franco Morbidelli non è riuscito a piazzarsi nei dieci chiudendo con un “misero” 15esimo posto.

Tornando alle posizioni che contano, Alex Marquez, grazie al tempo del mattino, si trova in sesta posizione seguito da Rins, Lecuona, e i due fratelli Espargarò. Rispettivamente Aleix e Pol.

Esclusiva, Cecchinello: “Nakagami ha stupito tutti quest’anno”

Affonda la Ducati


Chi continua ad avere problemi, che dovranno essere risolti al più presto, sono le Ducati che, nonostante il lavoro ai box non riescono a risalire di posizioni: Danilo Petrucci è 17esimo, Andrea Dovizioso 19esimo e Francesco Bagnaia, scivolato a fine turno, 20esimo.

MotoGP, Teruel: tutti gli orari TV di Sky e TV8