Si è forse abusato oramai dell’espressione “profondo rosso”, ma oggi per raccontare la giornata di Andrea Dovizioso e la Ducati è più che mai calzante. Il forlivese infatti è addirittura 19° nella classifica combinata, incassando quasi un secondo e mezzo da Takaaki Nakagami. Un qualcosa che, ad inizio stagione, nessuno avrebbe potuto prevedere.

“E’ stata una giornata difficile - conferma Andrea - e il vento non mi ha aiutato. Purtroppo ho avuto alcuni problemi che non mi hanno permesso di completare il programma di lavoro previsto per oggi”.

Meglio pensare a domani quindi, quando l’imperativo di restare nei primi dieci tornerà più che mai d’attualità. Sette giorni fa Dovizioso è rimasto fuori dal Q2, costretto a scattare dalla 13° casella, e le possibilità che ciò accada nuovamente non mancano.

“Spero di riuscire a trovare delle condizioni migliori domattina e potermi assicurare un buon piazzamento in qualifica”.

Petrucci: “Poca aderenza a centro curva, ho alcune idee per migliorare”


Dall’altro del box rosso le cose non vanno particolarmente meglio. Danilo Petrucci infatti è solo due posizioni più avanti (17°) di Dovizioso, ma in compenso sembra aver bene in mente quale sia il principale problema da risolvere.

“Rispetto a venerdì scorso, oggi sono riusciti ad essere più consistenti, ma purtroppo anche gli avversari hanno fatto dei passi in avanti rispetto al weekend passato. Non ho ancora individuato quale sia la gomma più adatta per la gara, e inoltre ho avuto dei problemi di grip a centro curva che non mi hanno permesso di essere veloce”.

Danilo cerca di restare positivo, confermando di avere ancora qualche carta da giocare in vista di domani, quando si inizierà a fare sul serio.

“Fortunatamente ho ancora alcune idee da provare, e speriamo di riuscire ad entrare nei primi 10 nella FP3 di domani mattina”.

VOTA IL SONDAGGIO: MotoGP, chi sarà il Campione 2020?